MENU

Diario in Comune

 

8 gennaio 2018

 

Corteo dei Magi, un dono per Lissone

 

Una comunità in cammino. Più forte della pioggia e del maltempo, attenta a conservare le proprie tradizioni. Lissone e i lissonesi sanno sempre come stupirmi. Mi lasciano senza parole, mi confermano di avere a cuore le radici della nostra collettività.

 

Il Corteo dei Magi non è un momento qualunque per Lissone. È l'occasione per ritrovarsi insieme, per concludere le feste di Natale con un lungo e suggestivo corteo che ci porta nella Chiesa Prepositurale.

 

I Magi sono simbolo di RICERCA, di CONOSCENZA, di SCOPERTA.

 

Simbolo di PERCORSO COLLETTIVO.

 

Simbolo di DONO.

 

Simbolo di DIALOGO tra CULTURE DIVERSE.

 

Il corteo dei Magi ha molti significati. Anche quello della TRADIZIONE

 

Per le vie del Centro, sfilano i coloratissimi Re Magi, ognuno con la propria corte. Uomini e donne che con passione tengono viva una tradizione decennale. Indosso hanno abiti dai colori vivaci, accessori caratteristici che raccontano la storia con semplicità e devozione.

 

Dietro questa rappresentazione, si cela un lavoro di mesi. Settimane di preparazione dei vestiti, di organizzazione dell'evento, di pianificazione del percorso e di "reperimento" dei personaggi.

 

Mi sono più volte ritrovata in questi anni, in qualità di Sindaco, ad occuparmi dei tanti aspetti che riguardano questa manifestazione. Ho avuto modo di ammirare l'entusiasmo di chi accetta di far parte di questo Corteo e la gioia delle donne che, in orari spesso impensabili, sistemano abiti che sono autentiche opere d'arte. Il tutto, gratuitamente, ripagate da un grazie e da un lungo applauso. Lontane dalle luci dei riflettori.

 

Le associazioni del territorio, anche questa volta, hanno portato a compimento un lavoro straordinario. Il loro impegno è commovente. Racconta la vivacità di una città che sa sempre trovare le risorse immateriali per proporre momenti speciali quale è il Corteo dei Magi.

 

Tante volte, quando si parla di sviluppo e risorse, si pensa a tutto ciò che è materiale. A costruzioni, ad infrastrutture, a opere faraoniche. Mi piace pensare che Lissone, nel suo crescere quotidiano, coltiva un "capitale umano" straordinario, che tante altre città ci invidiano.

 

All'interno della nostra comunità c'è una ricchezza ed una varietà di persone che ha ben salda l'attenzione verso la nostra storia. Una storia che si coltiva anche con questi momenti in cui ripartire dal nostro senso di comunità per proiettarsi poi verso le sfide che la quotidianità ci metterà dinanzi anche in questo 2018.

 

Quindi la parola migliore che possiamo dire è un grande GRAZIE :

 
  • A chi ha costruito questa tradizione e nel tempo l'ha arricchita e ha voluto coinvolgere altre persone donando il proprio sapere e l'esperienza accumulata, consapevoli che la Città ha bisogno di questo patrimonio
  • A tutte le persone e associazioni che si sono fatte carico della costruzione del Corteo:hanno donato il loro tempo e la loro  capacità organizzativa perché non si perdesse questa tradizione
  • Al corpo bandistico Santa Cecilia che sempre è al nostro fianco e ci accompagna nei momenti istituzionali e più importanti per la città.
  • A tutti i cittadini che hanno saputo apprezzare questo momento.

 
Ultima Modifica: 08/01/2018