MENU

Ivano Sossella in città

Passeggiando per piazza Libertà, in questi giorni la nostra attenzione sarà facilmente catturata dall'intervento artistico di Ivano Sossella, le cui opere elaborano il concetto di "assenza".
Prendendo spunto dalla carenza di monumenti nel dedalo viario della città, l'artista ha deciso di simularne la presenza attraverso un gioco di ombre. Non a caso, gli interventi di Sossella - uno in piazza Libertà e l'altro nei pressi del MAC - appartengono alla serie SCHATTEN, titolo che nella lingua tedesca traduce la parola "ombra"; nel tentativo di restituire la presenza di un'assenza, l'artista ha dipinto sul suolo l'ombra allungata e deformata di una statua che però non possiamo fruire direttamente.

 

Ciò che abitualmente viene considerato un monito per la cittadinanza, ovvero il monumento nella sua fisicità e perentorietà, in questo caso non esiste, ne possiamo però percepire la presenza attraverso l'ombra che lo stesso dovrebbe proiettare a terra.

 

All'interno del MAC, fino al 24 giugno 2018 un secondo ciclo di opere di Sossella, dal titolo DERGEIST (in italiano "il fantasma"), allude alle opere scomparse dalla collezione storica del Premio Lissone; sulle pareti del museo l'artista ha infatti tracciato il perimetro dei quadri mancanti, sagome che ci invitano a riflettere su un patrimonio di cui non possiamo più beneficiare.

 
 
Ultima Modifica: 26/09/2018