MENU

PRESENZE DEL CONTEMPORANEO. Artisti in Brianza

 Manifesto evento "PRESENZE DEL CONTEMPORANEO. Artisti in Brianza"

prorogata fino al 7 giugno 2009

Museo d'arte contemporanea di Lissone - V.le Padania 6 (fronte stazione FFS)

Inaugurazione: sabato 28 marzo 2009, ore 18

Orario: martedì - mercoledì - venerdì 15.00-19.00
giovedì 15.00-23.00
sabato e domenica 10.00-12.00/15.00-19.00
(chiuso lunedì) 
 
Ingresso libero 

 
 

La costituzione della Provincia di Monza e Brianza è, a tutti i livelli, uno stimolo per fare il punto sulla situazione del territorio. E questo vale anche in campo artistico. L'Assessorato alla Cultura, Identità e Tradizioni locali della Città di Lissone, attraverso il proprio Museo - unica istituzione riconosciuta dalla Regione Lombardia ad occuparsi di arte contemporanea in Brianza - ha già da qualche tempo avviato la raccolta di materiali informativi sugli artisti operanti nel territorio della nuova provincia, con l'intento di costituire un "archivio del contemporaneo" consultabile presso la realtà museale lissonese dagli studiosi e dal pubblico interessato.

La mostra "Presenze del contemporaneo. Artisti in Brianza", che verrà presentata negli spazi del Museo dal 29 marzo al 31 maggio 2009, intende essere una prima ricognizione degli artisti attivi nel territorio,questi ultimi selezionati da un Comitato scientifico costituito da Luigi Cavadini, direttore artistico del Museo e da quattro critici d'arte da tempo operanti nelle varie realtà della provincia: Massimo Omar Cattaneo di Vimercate, Alberto Crespi di Monza, Camillo Ravasi di Desio e Luca Tommasi, responsabile mostre della Galleria Civica di Seregno.

Come sottolinea Daniela Ronchi, Assessore alla Cultura, Identità e Tradizioni locali della Città di Lissone, "il progetto espositivo intende da un lato promuovere la ricchezza e le potenzialità artistiche contemporanee della nuova provincia di Monza e Brianza, dall'altro sviluppare e incrementare il radicamento del Museo della nostra Città nel contesto culturale, sociale ed economico-produttivo in cui è inserito. Come ha affermato uno dei padri della nouvelle museologie Hugues De Varine "non si ha sviluppo senza la partecipazione effettiva, attiva e consapevole della comunità detentrice del proprio patrimonio". Ed è proprio questa una delle principali chiavi di lettura di questa prima panoramica artistica, un dinamico e multisfaccettato excursus che darà il via ad un ulteriore e fondamentale progetto inerente il prossimo archivio del contemporaneo in Brianza".

Trentasette sono gli artisti individuati che rappresentano varie generazioni: dagli anni Dieci fino agli anni Sessanta. Per quanto riguarda la generazione dei quarantenni, si è deciso di porre l'attenzione sulle figure più promettenti in un raffronto stretto con la situazione attuale dell'arte in Italia.
 
Questo l'elenco degli artisti, il cui lavoro sarà rappresentato in mostra da due opere ciascuno: Stefania Albertini e Giampiero Moioli - Milena Barberis - Vittorio Bellini - Fosco Bertani - Walmer Bordon - Dario Brevi - Boris Brusa - Giancarlo Cazzaniga - Angelo Cesana - Bruno Chersicla - Chiara Anna Colombo - Alex Corno - Giancarlo Curone - Mario De Leo - Nicola Frangione - Alberto Maria Giulini - Roberto Giussani - Francesca Guffanti - Alessio Larocchi - Giuseppe Locati - Luciano Maciotta - Mariagrazia Marelli - Max Marra - Ermes Meloni - Luca Melzi - Giuseppe Monguzzi - Alberto Montrasio - Lorenzo Piemonti - Nora Roitberg - Alessandro Savelli - Luigi Stradella - Raffaella Surian - Antonio Teruzzi - Antonio Triacca - Valentino Vago - Pierantonio Verga - Gian Emilio Zincone.

Si tratta di autori che sono nati nel territorio provinciale o che in Brianza da anni vivono e lavorano. Fra di essi sono presenti pittori e scultori che hanno partecipato alle rassegne italiane più importanti, come la Biennale di Venezia e la Quadriennale di Roma, e maestri dal curriculum internazionale particolarmente prestigioso.
La rassegna, che necessariamente per ragioni di spazio non può accogliere la ricchezza e l'ampiezza di tutto l'universo dell'arte della Brianza, è da considerarsi un primo importante momento di approccio al territorio che troverà nel futuro ulteriori momenti di crescita e di sviluppo.

La mostra, la cui inaugurazione pubblica è prevista sabato 28 marzo alle ore 18, presso la sede del Museo d'arte contemporanea di Lissone, sarà accompagnata da un catalogo introdotto da un testo di Luigi Cavadini, con la riproduzione a colori di tutte le opere in esposizione, accompagnate da brevi note critiche e biografiche di tutti gli artisti coinvolti.

 
 

con il patrocinio di:

Logo ▪	Regione Lombardia - Culture, Identità e AutonomieLogo ▪	Provincia di Milano - Progetto Monza e Brianza
 
 
 
 
 

Informazioni:
Museo d'arte contemporanea
V.le Padania 6, Lissone MB (fronte stazione FF.SS)
museo@comune.lissone.mb.it
tel. O39 2145174; 039 7397368

 
Ultima Modifica: 03/06/2009