MENU

Storia Locale e Fototeca

In questa sezione della biblioteca viene raccolta e conservata la documentazione (libri, opuscoli, pubblicazioni, manifesti, volantini, fotografie, cartoline, ...) inerente la storia e le tradizioni del nostro Comune, i suoi personaggi, i luoghi più significativi, le associazioni, le attività economiche. La raccolta, in continua evoluzione, è a disposizione degli utenti per ogni tipo di ricerca; per facilitare la consultazione il materiale è stato organizzato per argomenti ed è stata curata una bibliografia a tema del materiale più significativo.

Particolarmente interessante è l'archivio fotografico, costituito da quasi 6.000 fotografie che documentano la vita, i costumi e le trasformazioni del territorio nell'ultimo secolo; frutto di un lungo lavoro di ricerca, costituisce un patrimonio di grande rilievo, a garanzia della conservazione della memoria storica locale.
Nata da un fondo originario di immagini presenti in biblioteca, arricchito dai servizi fotografici realizzati in occasione di particolari avvenimenti, la raccolta si è ampliata negli anni grazie a donazioni di enti, privati, ditte che hanno voluto offrire il loro prezioso contributo; oggi buona parte delle acquisizioni sono ormai in formato digitale. 
Una scelta delle immagini "storiche" più significative è inserita nel volume fotografico "Il segno del tempo. Immagini di luoghi, uomini e lavoro a Lissone 1920 - 1950", pubblicato nel 1984 dall'Amministrazione Comunale, di cui è prevista ,a breve, una ristampa.
Nel prossimo futuro è in progetto la digitalizzazione dell'archivio fotografico, con possibilità di consultazione in rete dell'intero patrimonio, e la successiva realizzazione di Cd-Rom tematici.

La sezione, collocata al primo piano della biblioteca, è stata recentemente arricchita dalla donazione Mario Biscaldi: una collezione di documenti, manifesti, monete e reperti vari, risalenti ad epoche diverse comprese fra il 1500 ed il secolo scorso, raccolti nel corso di molti anni con grande passione e competenza. Dopo essere stati esposti alla cittadinanza nell'ambito della mostra "Scripta Manent", allestita a Palazzo Terragni nel novembre del 2005, essi trovano ora definitiva collocazione all'interno del nuovo spazio espositivo, nella zona riservata alla documentazione locale.

Grazie alla definitiva sistemazione degli spazi è ora possibile offrire piena visibilità ai diversi materiali posseduti, valorizzandone le specifiche caratteristiche, nonché rendere maggiormente accessibili gli archivi documentari e fotografici relativi alla raccolta locale.
Le pareti sono impreziosite da due opere artistiche, entrambe a soggetto religioso: la prima è un dipinto a tempera su tela raffigurante una Madonna con Bambino, del pittore lissonese Luigi Radaelli, collocato fra il 1951 ed il 1988 sull'edificio all'angolo fra le vie Madonna e Baldironi, sopra un antico affresco, ora restaurato; la seconda è un'opera lignea intarsiata raffigurante il volto di Cristo, realizzata da Gaetano Cassina, cittadino medese caduto combattendo durante le 5 Giornate di Milano, nel marzo del 1848, ed insignito della Medaglia d'oro.

 
  1. >> Lissone nel'900 per immagini
 
Ultima Modifica: 09/06/2015