MENU

CENSIMENTO E MANUTENZIONE AMIANTO

La Regione Lombardia con la l.r. 29 settembre 2003 n.17 "Norme per il risanamento dell'ambiente, bonifica e smaltimento dell'amianto" ha previsto all'art. 3 la redazione del "Piano Regionale Amianto Lombardia" (PRAL), successivamente approvato con D.g.r. 22 dicembre 2005 n. 8/1526.
Il PRAL  fornisce e promuove strumenti utili alla programmazione di interventi per l'eliminazione entro il 2016 dell'amianto presente negli ambiti di vita e di lavoro, con lo scopo di promuovere la salvaguardia e il benessere delle persone. Tra gli obiettivi strategici vi sono la mappatura dell'amianto presente sul territorio regionale mediante telerilevamento da aereo e il censimento mediante la compilazione di apposito modulo (vedi allegato) da parte dei soggetti pubblici e dai proprietari privati, da consegnare alla ASL di competenza provinciale.

 

Cosa fare

Sulla base di quanto indicato il proprietario o legale rappresentante di un immobile contenente amianto deve:

  1. inviare all'ASL competente (ASL 3 di Monza -Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro) e per conoscenza al comune di Lissone il modulo NA/1 di notifica presenza amianto in strutture e luoghi;
  2. effettuare la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento-amianto mediante l'applicazione dell' Indice di Degrado (ID), calcolato facendo riferimento all'allegato A dal D.g.r. 18 novembre 2008 n.13237. Tale valutazione dovrà essere effettuata da personale qualificato (es. responsabile di servizio prevenzione e protezione, ingegnere civile, architetto, geometra); 
  3. rendere noto il nominativo della persona designata come responsabile con compiti di controllo e coordinamento di tutte le attività manutentive connesse al manufatto contenete amianto;
  4. documentare l'avvenuta corretta informazione agli occupanti dell'edificio della presenza del manufatto, sui rischi potenziali e sui comportamenti da adottare;

Qualora sulla base della valutazione dello stato di conservazione necessiti un intervento di rimozione o di incapsulamento si dovrà predisporre e presentare alla ASL 3 di Monza -Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro.- via De Amicis 17  a Monza, copia del piano di lavoro di cui al Dlgs 257/2006.

 

Indice di degrado

L'indice di degrado consente di valutare lo stato di conservazione delle coperture esterne in cemento amianto attraverso l'ispezione visiva del manufatto.
Il risultato dell'applicazione dell'ID è un numero a cui corrispondono le azioni che il proprietario dell'immobile e/o il responsabile dell'attività che vi si svolge, dovrà attuare.
In base al risultato ottenuto gli interventi da attivare saranno:

  1. nessun intervento e riesame con frequenza biennale (ID inferiore o uguale a 25) 
  2. esecuzione della bonifica entro 3 anni (ID compreso tra 25 e 44) 
  3. rimozione della copertura entro i successivi 12 mesi (ID uguale o maggiore di 45)
 

Metodi di bonifica

I metodi di modifica previsti dalla normativa sono

  • la sovra-copertura > consiste nell'installare una nuova copertura al di sopra di quella esistente in amianto che verrà comunque lasciata se la struttura portante può supportare un carico permanente aggiuntivo
  • l'incapsulamento > prevede la pulizia della superficie della copertura da ricoprire e quindi l'utilizzo di appositi prodotti ricoprenti. Il trattamento finale dovrà essere certificato dall'impresa esecutrice e resta a carico del committente l'obbligo di verificarne lo stato di conservazione.
  • la rimozione > prevede la totale asportazione della copertura in cemento amianto e la sostituzione con altra copertura
 

Sanzioni

Si ritiene necessario precisare che, per l'inosservanza degli obblighi di informazione derivanti dalla omessa comunicazione dei proprietari degli immobili alle unità sanitarie locali dei dati relativi alla presenza dell'amianto in matrice friabile presente negli edifici, si applicano le sanzioni previste dalla L. 257/1992 , da parte dei competenti organi di controllo e vigilanza.

 

Segnalazioni

Se un cittadino vuole segnalare la presenza di manufatti contenenti amianto, deve inviare una comunicazione scritta al Comune di Lissone - Ufficio Ambiente-Trasporti - via Gramsci, 21.

 

 
Ultima Modifica: 31/10/2017