MENU

Titolo 4°: Accesso agli atti e al procedimento amministrativo

  1. Art. 29
  2. Art. 30
  3. Art. 31
  4. Art. 32
 

Art. 29 - Il diritto di accesso e di informazione

  1. La trasparenza e l'informazione sono i mezzi con cui l'Amministrazione assicura una partecipazione consapevole dei cittadini.
  2. I cittadini hanno diritto di accedere agli atti e alle informazioni relative all'Amministrazione.
  3. L'Amministrazione si assume il dovere di attivarsi per promuovere le informazioni di pubblico interesse.
  4. Questo nel rispetto delle disposizioni di legge. 
  5. Tutti gli atti dell'Amministrazione sono pubblici ad eccezione di quelli riservati, per espressa indicazione di legge o per effetto di una temporanea e motivata dichiarazione del Sindaco nei casi previsti dalla legge. 
  6. Tutti i cittadini singoli e associati hanno diritto di accesso agli atti amministrativi nonchè di informazione sullo stato degli atti e delle procedure e sull'ordine di esame di domande e progetti, e altresì, in generale, delle informazioni in possesso dell'Amministrazione secondo le disposizioni di legge vigenti ed appositi regolamenti comunali. Hanno inoltre diritto al rilascio di copie degli atti contro pagamento del solo costo. 
  7. L'Amministrazione mediante l'ordinamento degli uffici e dei servizi conferisce poteri ai responsabili dei procedimenti per il rilascio della documentazione richiesta ad ogni singolo settore. 
  8. Il diritto di accesso alle strutture ed ai servizi comunali è altresì assicurato agli enti pubblici, alle organizzazioni del volontariato ed alle associazioni in genere. 
  9. L'informazione attivata dall'Amministrazione per i cittadini, deve essere chiara, esatta, completa e secondo i tempi previsti previo ricorso, ove occorra, ad adeguati mezzi di diffusione, secondo le forme di pubblicità previste dalle leggi e dal regolamento. 
  10. Le aziende e gli enti del Comune hanno l'obbligo di uniformarsi ai principi qui fissati. 
  11. I regolamenti relativi al diritto di accesso agli atti e al procedimento amministrativo disciplinano nel dettaglio gli istituti indicati ai commi precedenti.
 

Art. 30 - Le situazioni giuridiche soggettive

  1. Il Comune, nel procedimento relativo all'adozione di atti che incidono su situazioni giuridiche soggettive informa gli interessati tempestivamente, notificando ad essi il sunto essenziale del contenuto delle decisioni adottande o pubblicandole nelle debite forme di legge o tramite le più appropriate forme di comunicazione. 
  2. Gli interessati possono intervenire in corso del procedimento, motivando con atto scritto le loro valutazioni, considerazioni e proposte. 
  3. Il Comune darà motivazione del contenuto degli interventi degli interessati negli atti formali idonei per le decisioni dell'Amministrazione.
 

Art. 31 - L'ufficio relazioni con il pubblico

  1. E' istituito l'Ufficio per le relazioni con il pubblico organicamente e sistematicamente preposto a garantire il reale esercizio del diritto di informazione secondo le modalità stabilite dal regolamento, nonchè per promuovere iniziative di comunicazione di pubblico interesse.
 

Art. 32 - Limitazioni dell'accesso alle informazioni

  1. Il rifiuto, il differimento e la limitazione dell'accesso sono ammessi soltanto nei casi stabiliti dalla legge e nei limiti stabiliti dal presente articolo. 
  2. Tutti gli atti dell'Amministrazione Comunale sono pubblici, ad eccezione di quelli riservati per espressa indicazione di legge o per effetto di una temporanea e motivata dichiarazione scritta del Sindaco che ne vieti l'esibizione, conformemente a quanto previsto dal regolamento, in quanto la loro diffusione possa pregiudicare il diritto alla riservatezza delle persone, dei gruppi o delle imprese. 
  3. Anche in presenza del diritto alla riservatezza, il Sindaco deve garantire ai soggetti interessati la visione degli atti relativi ai procedimenti amministrativi la cui conoscenza sia necessaria per curare o per difendere i loro interessi giuridici. 
  4. Il Sindaco ha facoltà di differire l'accesso ai documenti richiesti sino a quando la conoscenza di essi possa impedire o gravemente ostacolare lo svolgimento dell'attività amministrativa. 
  5. Non è comunque ammesso l'accesso agli atti preparatori nel corso della formazione dei provvedimenti riguardanti atti normativi, amministrativi generali, di pianificazione e di programmazione, salvo diverse disposizioni di legge. 
  6. E' considerato documento amministrativo ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettro- magnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni, formati dall'Amministrazione Comunale o comunque dalla stessa utilizzati ai fini dell'attività amministrativa.
 
 
Ultima Modifica: 23/10/2014