MENU

CUG Comitato Unico di Garanzia

logo CUG

per le pari opportunitÓ la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni

 Il Comitato Unico di Garanzia (C.U.G.) sostituisce, unificando le competenze in un solo organismo, i comitati per le pari opportunitÓ e i comitati paritetici sul fenomeno del mobbing, costituiti in applicazione della contrattazione collettiva.

 

 ╚ stato istituito il 19 dicembre 2012 con Delibera della Giunta Comunale n. 397 ai sensi dell'articolo 57 del Decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165 (come modificato dall'articolo 21 della Legge 4 novembre 2010 n. 183) e della Direttiva emanata dai Dipartimenti della Funzione Pubblica e per le Pari OpportunitÓ del 4 marzo 2011 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 134 dell'11 giugno 2011).

La nomina dei componenti Ŕ avvenuta il 19 dicembre 2012 ed Ŕ contenuta nella sopracitata delibera. Successivamente la Giunta Comunale ha integrato la composizione con deliberazione n. 80 del 27.2.2013.

Il Comitato Unico di Garanzia (CUG), seppure in una logica di continuitÓ con i Comitati per le Pari OpportunitÓ ed i Comitati per il contrasto del fenomeno del mobbing, si afferma come soggetto del tutto nuovo, attraverso il quale il legislatore, tenendo conto delle criticitÓ esistenti, intende raggiungere pi¨ obiettivi:

  1.  Assicurare, nell'ambito del lavoro pubblico, paritÓ e pari opportunitÓ di genere, rafforzando la tutela dei lavoratori e delle lavoratrici e garantendo l'assenza di qualunque forma di violenza morale o psicologica e di discriminazione, diretta e indiretta, relativa al genere, all'etÓ, all'orientamento sessuale, alla razza, all'origine etnica, alla disabilitÓ, alla religione e alla lingua. 
  2.  Favorire l'ottimizzazione della produttivitÓ del lavoro pubblico, migliorando l'efficienza delle prestazioni lavorative, anche attraverso la realizzazione di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei principi di pari opportunitÓ, di benessere organizzativo e di contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici. 
  3.  Razionalizzare e rendere efficiente ed efficace l'organizzazione della Pubblica Amministrazione anche in materia di pari opportunitÓ, contrasto alle discriminazioni e benessere dei lavoratori e delle lavoratrici.
 

Download

 
 
 

micro icona attenzione

I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e d. lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.

 
 
Ultima Modifica: 24/05/2016