MENU

Premio Città di Lissone 1999-2001

Edizione 1999

L'esperienza storica ed indimenticabile che ha generato la prima originaria Civica Raccolta di Lissone, che ha contraddistinto per molti anni la città di Lissone negli ambienti culturali ed artistici, e ha infine sedimentato nei cittadini, nel territorio, un raro, encomiabile interesse per l'arte contemporanea.

Quel concorso di pittura, nato dalla volontà persistente dei lissonesi, tenaci sostenitori dell'arte, testimoni e fautori di un interesse alimentato nella coerenza degli anni.
La Famiglia Artistica Lissonese diede origine, nell'immediato dopoguerra, al Premio Lissone. E il Centro di Iniziative Sociali e Culturali Carlo Cattaneo costituì, dieci anni or sono, il Concorso di Pittura.

Da questo presupposto trae fondamento il Premio odierno (1999). Un percorso lento e motivato, ribadito nella passione organizzativa e nella continuità di ricorrenza. Oggi quel concorso, nato come estemporaneo, diviene Premio e si alimenta di una nuova configurazione: la simbiosi, a breve, con la nuova civica Galleria d'Arte Contemporanea.
Nessuna presunzione nel tentativo di emulare momenti memorabili ma convinzione e volontà nel delineare, oggi e poi domani, trasparenti indagini di contemporaneità.

Sette cultori della materia, giornalisti e critici, sono stati coinvolti, o cooptati, per meglio dire, alla diramazione degli inviti. Una Giuria, composta da Esponenti estranei alla commissione per gli inviti, valuterà le opere e assegnerà i Premi. Non sono stati posti limiti né tematici, né anagrafici, né di provenienza geografica. Per comprensibile contenimento logistico si è individuata un'area interregionale ma limitrofa, con successive deroghe in eccezione ma beneaccette. Gli estensori degli inviti hanno goduto piena autonomia di scelta e totale stima del loro intendimento. Non risultano inviti diramati per cerchia o tendenza, o gruppo, quasi a delineare la personalità o la preferenza di chi invita. Risaltano invece ottiche aperte, pluralità espressive, anche divergenze di linguaggio, senza pregiudizi e senza predeterminazioni.

 

Primo classificato

 
Proteggimi, 1999 (Trittico unito) Tecnica mista su legno, cm 100x150
Proteggimi, 1999 (Trittico unito) Tecnica mista su legno, cm 100x150

Giorgio Vicentini

Nasce a Varese, ove tuttora vive e risiede, nel 1951. Nel 1974 lascia gli studi di giurisprudenza per dedicarsi totalmente alla pittura. All'amore per la pittura antepone tuttavia la vita privata. Il suo curriculum innanzitutto cita i tre figli, Luca,Viola,Pietro e la moglie, Marta Campiotti: poi inanella una enciclopedica serie di importanti presenze in Istituzioni pubbliche italiane e straniere. Nel 1994 è prescelto per rappresentare la Lombardia nel quadrangolare internazionale, Lombardia, Catalunya, Baden Wurtemberg, Rhone Alpes, "Carambolage" a Grenoble.

 
 

Edizione 2000

 

Primo classificato

 
Well! Now help me to get out of the wood, 2000
Well! Now help me to get out of the wood, 2000

Ernesto Jannini

Nasce a Napoli, vive e lavora a Milano. Si diploma all'Accademia di Belle Arti ed in seguito sperimenta il teatro e l'animazione urbana. La sua ricerca spazia dal disegno, alla pittura, alle installazioni, alla scrittura. Esordisce in mostra personale a Trieste nel 1982 e da allora espone in istituzioni pubbliche e gallerie private in Italia e all'estero. Espone alla Quadriennale di Roma nel 1974, alla Biennale di Venezia nel 1976 e ancora nel 1990. Tra le numerose rassegne e manifestazioni collettive cui ha partecipato, si ricordano: 1974, Napoli, Accademia delle Belle Arti; Napoli, Capodimonte, Azione di gruppo; 1979, Gubbio, Biennale Eugubina; 1988, Auronzo di Cadore, Municipio Sala Polivalente, "Koinè a Nord EsC; 199 1, Rimini, Musei Comunali, "Anninovanta"; Stradella-Pavia, Palazzo Isimbardi, "Planetaria"; 1993, Premio Suzzara; Premio Marche - "Rentreè"; 1994, Gallarate, Civica Galleria d'Arte Moderna, "Molto diligenti osservazioni 1"; 1995, Gallarate, Civica Galleria d'Arte Moderna, "L`Informale"; 1996, Gallarate, Civica Galleria d'Arte Moderna, "Cinquant'anni di astrattismo nelle Collezioni della Civica Galleria di Gallarate"; 1997, Torino, Promotrice delle Belle Arti, "Và pensiero-Arte Italiana 1984-1996"; 2000, Giardini di Nervi e Villa Serra a S. Olcese, "In-naturale".

 
 

Edizione 2001

 

Primo classificato

 
Immagine opera vincitrice "Premio Città di Lissone 2001 "

Enzo Maio

Nasce a Carpignano Sesia nel 1953. Vive a Ghislarengo, in provincia di Vercelli. Esordisce nel 1986 partecipando a una rassegna collettiva organizzata presso la Biblioteca Civica di Romagnano.
La prima mostra personale si tiene a Borgomanero nel 1988 con presentazione di Giuseppe Ajmone. Curriculum intenso, di rilievo nazionale e internazionale, con esposizioni personali in ambito privato e istituzioni pubbliche:
1991, Sartirana, Castello di Sartirana; 1992, Monza, Santuario delle Grazie; Santo
Stefano Belbo, Casa Natale di Cesare Pavese; 1993, Acqui Terme, Palazzo Robellini, "Magie boschive"; 1994, Cinisello Balsamo (Milano), Villa Ghirlanda; 1996, Varallo, Palazzo d'Adda; Goch, (Germania), Raum "Schryver"; Genova, Le Cisterne di S.Maria del Castello; 1997, Castello di Mango; 1998, Real Castello di Verduno; Teatro Comunale, Verduno, " Il giardino delle Espèridi"; 1999, Cento, La Roca; Volterra, Logge di Palazzo Pretorio, "Riflessi"; Castello di Tolcinasco; 2000, Castiglione Olona, Palazzo Comunale; Albano, Parco Lame del Sesia, "Terracqua".

Partecipa a rassegne collettive e tematiche: 1990, Trento, Castello di Ivano "Luomo, l'albero, il fiume"; 1991, Milano, Citibank; Scuola Italiana di New York; 1994, New York, Scuole Italiana; Milano, Palazzo della Permanente, VIII Triennale dell'Incisione; 1995, Tucuman (Argentina), Museo Provincial de Belles Artes "T.E. Navarro"; 1997, Bagnacavallo, Centro Culturale Le Cappuccine; 2000, Modica, Palazzo Polara, V Rassegna Internazionale della Calcografia Contemporanea "Bianco e Nero".
All'estero ha esposto anche a Bruxelles, Parigi, Helsinky, Diisseldorf.
Si dedica anche alla grafica e all'incisione.
C.P.S.

 
 
Ultima Modifica: 26/01/2016