MENU

Addio a Alberto Rivolta, difensore dell'Inter dei record di Trapattoni

Ha fatto parte dell'Inter dei record di Giovanni Trapattoni, entrando di diritto per sempre nel cuore dei tifosi nerazzurri. Anche l'Amministrazione Comunale di Lissone ha espresso vicinanza alla famiglia di Alberto Rivolta, mancato all'età di 51 anni dopo una lunga malattia. Tanti gli ex compagni di squadra e bandiere nerazzurre che non lo hanno mai lasciato solo, ultimo in ordine di tempo il vicepresidente dell'Inter, Javier Zanetti.

 

Con un comunicato sul sito ufficiale, lo ha voluto ricordare la stessa Inter: "FC Internazionale Milano piange la scomparsa di Alberto Rivolta. Classe 1967, ruolo difensore, Rivolta, nato a Lissone, dopo aver militato nelle giovanili nerazzurre all'inizio degli anni '80, debutta in Prima Squadra il 15 dicembre 1985 in Serie A contro il Como. Nella sua esperienza nerazzurra, tra il 1985 e il 1987 e poi nella stagione 1988-1989, colleziona un totale di sette presenze. La più dolce, quella nella penultima giornata del campionato '88-'89: una presenza che lo fece entrare nell'elenco degli eroi della stagione dello Scudetto dei Record. Inter, nel ricordare il coraggio di Rivolta nell'affrontare la malattia, si unisce al dolore dei suoi familiari portando l'abbraccio di tutto il popolo interista".

 

Walter Zenga, in un post sui social, lo ha voluto salutare taggando Giuseppe Bergomi, Riccardo Ferri, Lothar Matthaus, Andrea Mandorlini e Giovanni Trapattoni. La dimostrazione di un'amicizia proseguita anche lontana dai campi di calcio.

 

I primi calci li aveva tirati con la maglia della Pro Lissone, società che lo ha ricordato sulla propria pagina Facebook: "Tutta la Pro Lissone si unisce al dolore dei familiari e ricorda Alberto come un ragazzo eccezionale e una persona speciale. Alberto, nato a Lissone, ha iniziato a giocare a calcio nelle giovanili della Pro Lissone e da qui è iniziata una carriera che ha avuto il suo apice con la vittoria di uno scudetto con l'Inter di Trapattoni. Come un vero Tigrotto ha affrontato con grande tenacia una battaglia contro un male terribile. Tutta la Pro Lissone si unisce al dolore dei familiari e ricorda Alberto come un ragazzo eccezionale e una persona speciale. Ciao Alberto, che la terra ti sia lieve".

 

Il funerale si è tenuto martedì 5 novembre presso la chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Lissone. Presente una delegazione delle giovanili dell'Inter, molti ex compagni di squadra, la società Pro Lissone e le istituzioni. Grande partecipazioni da parte della cittadinanza che ha voluto salutare per l'ultima volta Alberto, stringendosi con affetto attorno alla sua famiglia.

 

Ciao Alberto

5
1
2
3
4
6
12
7
8
9
10
11
<< <
> >>
 

 
Ultima Modifica: 06/11/2019