Risparmio idrico e limitazioni per l'utilizzo dell'acqua potabile

ORDINANZA SINDACALE

 
fontane

Per fronteggiare la situazione di criticità idrica è in vigore, sul territorio del Comune di Lissone, l'ordinanza firmata dal Sindaco Laura Borella.
Tale ordinanza regola l'utilizzo di acqua potabile con l'obiettivo di salvaguardarla da possibili sprechi e contenere i consumi per garantire a tutti i cittadini l'uso alimentare, domestico ed igienico.

 
 

A partire dal 29 giugno 2022 e fino al termine della criticità idrica è vietato il prelievo e consumo di acqua potabile per:

  • l'irrigazione e annaffiatura di giardini e prati, se non dalle ore 20 della sera fino alle ore 6 del mattino
  • il lavaggio di cortili e piazzali
  • il lavaggio di veicoli privati, ad esclusione di quello svolto dagli autolavaggi
  • il riempimento di fontane ornamentali, vasche da giardino, piscine private, anche se dotate di impianto di ricircolo dell'acqua. Sono escluse dal presente divieto le fontane naturalistiche e specchi d'acqua con presenza di fauna e flora ittica
  • tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico ed igienico

Tutti i cittadini sono invitati ad un uso razionale e corretto dell'acqua potabile.

Il Comando di Polizia Locale e le Forze dell'Ordine sono incaricati di far rispettare l'ordinanza medesima.

L'ordinanza sindacale segue il Decreto di Regione Lombardia del 24.06.2022, che dichiara lo stato di emergenza regionale fino al 30 settembre 2022 a causa della grave situazione di siccità e al conseguente deficit idrico che sta interessando diverse aree del territorio regionale.

 
 
 

 
Ultima Modifica: 25/07/2022