Comunicato stampa

 

Progetto «Noi per e con gli altri»: laboratorio di Ginnastica Dolce al Centro Anziani

 

Un laboratorio di Ginnastica Dolce pensato per raccontare storie che vadano oltre il semplice esercizio fisico e parta dal contributo esperienziale dei volontari coinvolti nel progetto: giochi di un tempo, filastrocche, ricordi e racconti.

ginnastica dolce

È su queste basi che è poggiato e si svilupperà il Laboratorio 2016/2017 di Ginnastica Dolce, proposto dalla Fondazione Stefania e promosso dal Comune di Lissone presso il "Centro Colori della vita" nell'ambito del progetto "Noi per e con gli altri".
L'idea del progetto "Noi per e con gli altri" è quella di realizzare più laboratori aperti alla città con l'obiettivo di prendersi cura a vicenda, sollecitare legami sociali, attivare ruoli sociali e far passare la cultura che l'uso è più importante del possesso. Oltre a "Facciamo movimento", titolo del Laboratorio di Ginnastica dolce, sono in fase di sviluppo anche Ti aiutiamo a fare la spesa, Stira e ammira, Lavori Socialmente Utili.

 

"Facciamo un po' di movimento?" prevede lezioni di ginnastica eseguita con movimenti lenti, graduali e a basso impatto, condotta da alcuni ragazzi della Fondazione Stefania con la supervisione di un educatore certificato.
Un gruppo di allievi - per definizione persone con disabilità - accettano di regalare questa attività, senza chiedere nulla di tangibile in cambio, solo un atto di pubblico riconoscimento del loro impegno e della elevata qualità del concreto risultato.

Quest'anno, oltre a mantenere momenti di riscaldamento e stretching, sarà previsto l'inserimento di attività e giochi teatrali (espressione corporea e narrazione) per alimentare la conoscenza tra i componenti del gruppo ed arrivare a raccontare insieme una storia partendo dal contributo esperienziale delle volontarie coinvolte (giochi di un tempo, filastrocche, ricordi e racconti).

«Il progetto "Noi per e con gli altri" è una naturale conseguenza delle esperienze svolte nei laboratori di questi ultimi anni all'interno del Centro diurno - sottolinea l'assessore alla Persona, Anna
Maria Mariani - Nel corso delle lezioni sono state portate avanti le tematiche relative alla consapevolezza realistica e positiva delle proprie capacità, premessa indispensabile ad una buona riuscita del processo di avvicinamento al mondo degli adulti».

 

Lissone, 13 ottobre 2016

 

 
 
Ultima Modifica: 18/10/2016