R.S.D. (Residenze socio-sanitarie per persone con disabilità)

I servizi residenziali sono rivolti alle persone residenti con disabilità grave con un livello di compromissione funzionale tale da non consentirne la permanenza a domicilio.
Il Comune, nell'ambito delle attività poste in essere a favore dei suddetti soggetti, prevede, quale ultima risposta possibile, in mancanza di soluzioni alternative validamente perseguibili, il ricovero in strutture protette. 
L'intervento del Comune si concretizza nelle seguenti azioni:

  1. verificare che per il soggetto si renda indispensabile l'inserimento stabile e definitivo in struttura residenziale, certificato da documentazione medico-sanitaria e/o da progetto individualizzato del servizio sociale e/o disposto dall'Autorità Giudiziaria;
  2. indirizzare i richiedenti alle strutture residenziali;
  3. integrare la quota socio-assistenziale della retta a carico del ricoverato laddove le sue risorse non siano sufficienti e nel rispetto degli equilibri del bilancio comunale.

L'istanza di integrazione comunale della retta deve essere corredata dall'  ISEE, calcolato come da D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159.

La misura massima mensile dell'intervento economico integrativo concesso dal Comune è determinata sulla base dei criteri definiti dal Regolamento di disciplina degli interventi, delle prestazioni e dei servizi sociali del Comune di Lissone, approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 53 del 20/5/2016.

 

Per assistenza rivolgersi al Servizio di Segretariato Sociale presso il Settore Famiglia e Politiche Sociali.

 
Ultima Modifica: 21/02/2020