Comunicazione Trasparenza Servizio Rifiuti

(delibera Arera n. 444/2019)
Le informazioni contenute in questa pagina sono finalizzate all'adempimento degli obblighi di trasparenza sul servizio rifiuti, secondo quanto prescritto dall'Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (Arera) con deliberazione n. 444/2019.

RIDUZIONI TARIFFARIE (PUNTO 3.1 LETTERA K)

Riduzioni per UTENZE NON DOMESTICHE CHE EFFETTUANO CESSIONE DELLE ECCEDENZE ALIMENTARI

Riduzione fino ad un massimo del 20% (venti) della quota variabile della Tassa dovuta alle utenze non domestiche relative ad attività commerciali, industriali, professionali e produttive in genere, che producono o distribuiscono beni alimentari, di cui alle categorie
n. 23 Mense, birrerie, amburgherie",
n. 25 Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari",
n. 26 Plurilicenze alimentari e/o miste",
n. 28 Ipermercati di generi misti",

e che, a titolo gratuito, cedono direttamente o indirettamente tali beni alimentari idonei al consumo umano ai soggetti di cui all'articolo 2, comma 1, lettera b), della Legge 19 agosto 2016, n. 166, ai fini della loro destinazione, in forma gratuita, prioritariamente a favore di persone indigenti ed in maggiori condizioni di bisogno, è riconosciuta una 

La riduzione è applicata ai locali in cui si producono o distribuiscono i beni ceduti e viene determinata in misura proporzionale, in ragione delle quantità effettivamente cedute, rapportate ai quantitativi di rifiuti prodotti, calcolati in base ai coefficienti di produzione Kd stabiliti con deliberazione di Consiglio Comunale per ciascuna categoria di utenza non domestica.

 

 
Ultima Modifica: 20/07/2021