Comunicato stampa

 

Buoni spesa, le domande presentate sono circa 400. Nella prima settimana già erogati oltre 100 contributi

Più di 100 contributi già erogati alle famiglie in stato di grave difficoltà economica derivante da emergenza Covid-19 su un totale di circa 400 domande presentate dalla cittadinanza lissonese.

Prosegue senza sosta il settore dei Servizi sociali del Comune di Lissone per far fronte all'erogazione dei «Buoni Spesa»,  la cui somma complessiva a disposizione della città è di circa 220mila euro.

Le domande pervenute fra il 3 ed il 7 aprile - ovvero nei primissimi giorni di apertura - sono state in totale 200. Di queste, 108 sono state accolte e già la scorsa settimana le famiglie beneficiarie hanno ricevuto il contributo sulla base dei criteri stabiliti dal Comune. Altre 33 domande sono ritenute accoglibili, ma è stata richiesta una integrazione di documentazione per verificare la congruità della richiesta. Infine, 59 sono state le domande rigettate a causa del superamento dell'entrate mensile dichiarata. 

Nel totale, la percentuale di domande accolte e accoglibili su 200 è pari a circa il 70%, con una media di contributo erogato di 417 euro.

Dall'8 al 10 aprile sono giunte in Comune altre 200 domande, che verranno processate dagli uffici seguendo l'ordine temporale di presentazione.

La scadenza per la presentazione della domanda è fissata per il 30 aprile. Tutte le informazioni possono essere richieste al numero telefonico 335-6100708 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

"Come Comune ci siamo subito attivati per erogare il contributo dei buoni spesa ai cittadini che ne avessero diritto - affermano il sindaco Concettina Monguzzi e l'assessore alla Persona Anna Maria Mariani - il lavoro è stato ed è tuttora molto impegnativo. I nostri uffici da settimane sono impegnati  a fornire informazioni, ad orientare i cittadini, ad accogliere le domande per poi valutarle fino ad organizzare la distribuzioni dei buoni. Un lavoro di squadra che vuole rispondere all'emergenza alimentare, un'altra delle tante difficoltà che le famiglie lissonesi si trovano ad affrontare. Stiamo vivendo un periodo complicatissimo, ma è pur vero che  proprio in questa fase di estrema criticità si sta attivando una rete di solidarietà nella quale molti
cittadini si mettono a disposizione del prossimo. Un elemento di speranza che deve indurci ad una riflessione".

 

Lissone, 16 Aprile 2020


 
Ultima Modifica: 29/04/2020