Comunicato stampa

 

Cartelloni pubblicitari abusivi, Polizia Locale in azione: rimozioni e sanzioni

Per garantire la sicurezza degli automobilisti e per contrastare ogni attività illecita, la Polizia Locale di Lissone sta effettuando una intensa attività di contrasto alle installazioni di cartelli pubblicitari abusivi presenti nei pressi delle intersezioni stradali, assolutamente vietate ed in palese contrasto con le norme del Codice della strada.

Negli ultimi mesi, sono state effettuate 5 rimozioni con relative diffide e sanzioni nei pressi dell'area della città di via Giardino, punto di snodo cruciale in quanto consente l'accesso a importanti supermercati e store di vendita commerciale e pertanto quotidianamente attraversati da decine di automobilisti.

Come previsto dal Codice della Strada, riscontrata l'illegittimità dell'affissione pubblicitaria, il Comune ha provveduto alla rimozione anche coordinandosi con la Polizia Locale di Muggiò alla luce del fatto che l'installazione ha riflessi anche per la circolazione del Comune attiguo. Proprio per garantire un sempre più rapido intervento, il Comando di Polizia Locale di Lissone ha istituito un servizio di rimozione immediata che permette di contrastare situazioni di illegalità, addebitando le spese di rimozione e di custodia del materiale a carico della ditta ritenuta responsabile. 

Contestualmente alla rimozione delle affissioni abusive, caratterizzate da cartelloni con dimensioni di metri 6 x 3 privi di qualunque permesso, la Polizia Locale di Lissone ha provveduto ad elevare verbali nei confronti delle ditte che hanno proceduto all'installazione (laddove ne sia stata possibile l'identificazione) e alla contestuale diffida degli inserzionisti che si sono serviti di impianti pubblicitari abusivi per promuovere la propria attività.

La sanzione prevista è di 430 euro, che può elevarsi fino a 4.883 euro nel caso in cui non si ottemperi alla diffida di rimozione della pubblicità abusiva entro 10 giorni.

"L'attività svolta vuole innanzitutto contrastare chi, a tutti gli effetti, agisce in modo illecito per evadere l'Imposta comunale prevista in caso di affissioni - afferma Matteo Caimi, comandante della Polizia Locale di Lissone - Nella maggior parte del territorio assistiamo ad un completo rispetto delle regole, purtroppo in un'area al confine fra Lissone e Muggiò assistiamo al reiterarsi di un'affissione illecita priva dei permessi del Comando di Polizia Locale e dell'Ufficio Tecnico Comunale, entrambi passaggi previsti dalla normativa. Grazie al lavoro degli agenti, siamo oggi in grado di individuare velocemente questo tipo di cartelloni, rimuovendo le strutture che li sostenevano. Di conseguenza le aziende, inconsapevoli dell'abusivismo dei cartelloni, ne ricevono un danno e rischiano a loro volta di ricevere una diffida e una sanzione".

 

Lissone, 11 gennaio 2021


 
Ultima Modifica: 12/01/2022