MENU

Ambito distrettuale di Carate Brianza

Icona con miniaturizzazione logo ambito distrettuale di Carate Brianza

ALBIATE-BESANA-BIASSONO-BRIOSCO-CARATE-LISSONE-MACHERIO-RENATE-SOVICO TRIUGGIO-VEDANO-VEDUGGIO-VERANO



Gli ambiti distrettuali nascono a seguito della riforma dei servizi sociali varata con la legge 328 del 2000, nella quale era previsto che i Comuni, e non più la Regione o lo Stato, diventassero i protagonisti delle scelte di politica sociale territoriale.

 

Sono essi, infatti, gli Enti più vicini ai cittadini ed a loro spetta indirizzare gli interventi sulle tematiche che ritengono più rilevanti per la vita della propria popolazione, a partire da un'analisi dei bisogni presenti nel proprio territorio e delle risorse già poste in campo.

Nella legge veniva anche deciso che, perché fosse realistica la lettura dei bisogni di un territorio e perché gli interventi previsti potessero incidre su tali fenomeni, era necessario lavorare su un bacino d'utenza minimo di circa 120.000 abitanti.

Nel 2002, dunque, i 13 comuni che costituiscono l'Ambito distrettuale di Carate Brianza, di cui anche Lissone fa parte,  si sono uniti per stabilire insieme in un accordo di programma le priorità d'intervento per il proprio territorio.

La rilevazione dei bisogni e delle priorità viene fatta, da allora, ogni tre anni circa e sono chiamati a questo scopo a lavorare con gli operatori dei Comuni, le realtà del Terzo Settore.

 
 
Ultima Modifica: 24/08/2016