MENU

I LEGNANESI

Foto de "I Legnanesi"

Interpreti: Antonio Provasio (la Teresa) - Enrico Dalceri (la Mabilia) - Luigi Campisi (il Giovanni)

Con le maschere " Teresa Mabilia e Giovanni", la Famiglia Colombo ha fatto divertire intere generazioni. Dopo Felice Musazzi e Tony Barlocco, i loro personaggi semplici, genuini e mai volgari, sono stati ereditati da Antonio Provasio (la TERESA) ed Enrico Dalceri (la MABILIA), che per anni avevano fatto parte della Compagnia. Sono diventati i nuovi interpreti, e con alla figlia Sandra Musazzi (Direttore Artistico), riportano in scena i cortili lombardi, così come lo intendeva in fondatore, Felice Musazzi. 

La Compagnia I LEGNANESI nacque per scherzo all'oratorio di Legnarello a Legnano nel 1949, e già nella prima rappresentazione c'erano gli storici personaggi. A Teresa,  la Mabilia, ul Giuàn, ovvero la famiglia Colombo, il padre operaio di fonderia, la figlia in filanda con l'aspirazione di essere eletta miss e aprire un negozio di parrucchiera, la madre casalinga-operaia-pensionata che si arrabatta con i mestieri più disparati: a posteggiare biciclette o a vendere granite, a pulir lapidi al cimitero o a far la guardia carceraria di complemento, o la guaritrice ... e fino a Roma alla Zecca di Stato a " impachetà i miliardi, "dopo mesi ca ma davan nò un ghel: cuma ò vistu i danè, ga som burla dos e o comincia a basai, le cai, carezai, strèngiai, rotulas, mi sota e lur da sura. Vusavu: danè, danè, paradiso, paradiso". 

 
 

Un mondo, quello della famiglia Colombo, nel quale non si può pensare che al denaro, nell'ambizione impossibile di sfuggire alla "buléta cronica",  unica eredità tramandata di generazione in generazione, dalla civiltà contadina alla civiltà industriale di cui subiscono ogni possibile contraddizione. 

I confini entro i quali si dipana la loro esistenza  sono delimitati da pochi luoghi: la casa di ringhiera, la fabbrica, la chiesa, il mercato, il cimitero, e il cortile. E' l'ambientazione delle commedie dei Legnanesi a rendere unico il genere e lo spettacolo. Il cortile, la corte lombarda, è un microcosmo dove viene rappresentata la vita della famiglia Colombo, ma anche di tutto il corollario che completa la loro quotidianità. Nel cortile succede di tutto, è un mondo a sé, a suo modo ovattato, magari un po' denigrato dagli abitanti, ma comunque in fondo profondamente amato.

 
Ultima Modifica: 16/10/2009