Diario in Comune
 

 Prima volta di tutto!
 
Sabato, 2 Giugno, ore 11
Celebrazione della Festa della Repubblica con il Prefetto di Monza, Giovanna Vilasi,presso la sede della Prefettura ex Villa Fossati Lamperti, in occasione del 66° anniversario della Fondazione della Repubblica.
 
Cerimonia sobria e contenuta, con l'inno di Mameli suonato dai ragazzi dell'Orchestra giovanile di Monza e Brianza e una rappresentazione essenziale e profonda degli alunni di una scuola Primaria di Giussano sull'importanza della legalità.
Niente sfarzo, niente rinfresco. Silenzio, per avvicinarsi e rispettare il dolore e le fatiche delle popolazioni dell'Emilia e del Mantovano colpite dal sisma.

 

Io, inizialmente intimorita  in quell'atmosfera celebrativa, mi sono resa conto sempre di più dell'importanza di ripartire dalle istituzioni locali, dall'Amministrazione della Città, per un cammino di dignità, di legalità e di memoria storica.
 
Ho consegnato, nelle mani della figlia Severina, una medaglia d'onore ad  Augusto Pasini, internato a Berlino dal 1943 al 1945. Mentre la consegnavo la figlia mi ha detto : " Come sarebbe stato contento mio padre di riceverla personalmente!"
 
Questa medaglia è un segno tangibile, concreto, dello sforzo e della sofferenza di un altro lissonese alla costruzione di un Paese unito e libero. Grazie.
 
Sicuramente ci faremo raccontare dalla figlia la storia del padre!!

 

La mia giornata del 2 Giugno è continuata con la serata organizzata dal Corpo Bandistico Santa Cecilia, a PalazzoTerragni.
Anche qui, senza sfarzo e con sobrietà, i musicisti hanno condotto il ricordo della nascita della Repubblica, proponendo brani scritti a cavallo degli anni '50.
Presenti le associazioni e molta gente, questo a significare che la festa del 2 Giugno è una ricorrenza sentita  che richiama valori importanti quali la libertà e l'unità e che la banda bene interpreta i sentimenti collettivi.

 
 
Ultima Modifica: 11/06/2012