Venerdì, 22 giugno 2012

Incontro a Libritudine Monica Zappelli, autrice del libro "Un uomo onesto", che racconta la vita di Ambrogio Mauri, un imprenditore di Desio.
Onesto, integro, si scontra nella sua vita con una realtà di corruzione e, solo, lotta contro ricatti e compromessi.
Solo, si toglie la vita nel 1997, lasciando la ditta ai figli.
Ho incontrato i suoi figli, li ho ascoltati, ho sentito la passione che il ricordo vivo del padre suscita ancora , con forza, in loro.

 

E' la storia di un uomo innamorato del suo lavoro che non rinuncerà mai ai suoi principi.
E' per questo che non scende a compromessi e diventa sempre più invisibile nelle gare d'appalto aggiudicate secondo criteri dubbi e a seguito di pagamento di tangenti.
Mauri si ritrova sempre più solo. La solitudine degli uomini onesti.
Si toglie la vita e l'autrice scrive: " Davide contro Golia non può vincere due volte"

 

Ma, mentre sentivo parlare i figli, mi sono resa conto che non è vero.
Il lavoro è un valore assoluto. E' la capacità di sacrificarsi, ma anche di costruire qualcosa per un benessere condiviso. E' amore e orgoglio per un territorio, per dare un futuro ai figli di quel territorio.

 

Allora penso che per fare cose difficili occorre pensare cose semplici e portarle avanti.
Come ha fatto Davide con Golia. E Davide ora sono i figli di Mauri che ce la stanno facendo e ci provano, siamo noi, insieme, per il nostro territorio.
Con i nostri principi, sempre davanti, punto fermo, dai quali non dobbiamo transigere.

 
 
Ultima Modifica: 03/07/2012