17 Agosto 2012
 
La Brianza che pedala.

 
 
 

Finalmente arriva il gran giorno della 66° Coppa Agostoni, giro delle Brianza.
C'è fermento in Piazzale Padania: tanta gente, corridori coloratissimi, ammiraglie pronte ed equipaggiate.

 
 

Lo sport club Mobili Lissone è al completo, l'organizzazione è eccellente e ineccepibile.
Decido di seguire la corsa in auto. Elio Talarico, assessore allo sport, è con me.
Ci rendiamo conto della precisione e dell'efficienza organizzativa.
E' entusiasmante seguire i corridori, soprattutto quando arriviamo al Ghisallo.
Lungo i tornanti c'è molta gente assiepata, sotto un cielo azzurro e un sole rovente. Gridano, si agitano, salutano...raccolgono le borracce lanciate. Sono lì ad aspettare. E l'attesa ha il fascino antico e sempre nuovo delle due ruote.

 

Mi rendo conto che gestire una gara di un livello così alto è veramente difficile, ma tutti sono al loro posto, pronti, sanno cosa fare. Ad ogni angolo incrociamo volontari, Polizia municipale, Forze dell'ordine, Vigili del fuoco, Protezione civile, Croce verde.
Sanno che la passione, l'esperienza, la tenacia possono tanto.

 

A gara terminata si premiano con merito i corridori migliori, ci si complimenta con chi ha portato a termine la gara.
Si spengono i riflettori, la diretta RAI termina e i giornalisti se ne vanno.

 

Gli uomini e le donne dello Sport Club Mobili si guardano in faccia, sono stanchi e soddisfatti.
Anche quest'anno tutto è andato bene.
Anche loro hanno vinto la loro gara. GRAZIE.

 
Ultima Modifica: 17/10/2012