7 Ottobre 2012
 
Prima S. Messa di don Alessandro.

 
 

Mi ritrovo per la seconda volta a presenziare ad una prima messa nella chiesa di Santa Margherita: questa volta si tratta del prete novello don Alessandro Segantin.
Sono lì a portare i saluti e gli auguri di tutti i cittadini di Lissone. Sono contenta e mi ritrovo dentro una celebrazione festosa con l'altare letteralmente invaso da tanti bambini che non hanno trovato posto in una chiesa che trabocca di persone.

 

Mi commuove questo giovane prete. Sembra un ragazzo, dallo sguardo sveglio e limpido, con un viso che non è capace di nascondere le emozioni e con una carica umana che esce dai suoi gesti e cattura.

 

Ha incominciato un viaggio che gli auguriamo possa essere lungo e fertile in avventure ed esperienze e ricco di curiosità, stupore e accogliente.

 

Spesso quando iniziamo un viaggio prepariamo una valigia e cerchiamo di ficcare dentro più che possiamo. La pesiamo, riempiamo ogni angolo e per noi diventa poi un peso enorme.
Vogliamo essere pronti ad ogni evenienza.
Credo, invece,che per un viaggio del genere non sia necessario un kit di viaggio particolare o un abbigliamento per proteggersi.
Al contrario bisogna alleggerirsi piuttosto che imbottirsi; esporsi piuttosto che proteggersi.
Non c'è polizza assicurativa da sottoscrivere, ci si riempie solo con la pienezza generata da una ricerca umana.

 

Allora vorrei regalare, simbolicamente, a don Alessandro due oggetti.
Un bastone del viandante per mettersi in cammino "fino ai confini della Terra" .
Per aprirsi al futuro e schiodarsi dalle certezze, per scavalcare la staccionata rassicurante del mondo conosciuto e raggiungere i crocevia di culture diverse.

 

Una bisaccia del cercatore, di colui che cerca, esamina e prende ciò che è buono . Una bisaccia da riempire, non da svuotare.
Una bisaccia che si apre non soltanto per dare, ma anche e soprattutto per ricevere.

 

Auguro che Don Alessandro sappia anche mettere nella sua bisaccia i simboli della sua fede: fede in Dio, ma anche fede nell'uomo.
Buon viaggio Don Alessandro! La accompagniamo con il nostro pensiero.

 
Ultima Modifica: 12/10/2012