28 dicembre 2012
  
Mi ritrovo ancora una volta a ricordare qualcuno che ci ha lasciato.
E' Alberto Fossati, un amico di tanti, soprattutto un amico di Lissone, la città che lui ha attraversato con percorsi di pace.
Non voglio ricordare tutto quello che lui ha fatto,né le immagini di momenti essenziali, importanti,  quasi quotidiani che ho di lui, voglio andare oltre, raggiungere il sogno che lui ha inseguito per una vita. Sogno di cui io, noi, abbiamo fatto parte.

 

Quasi sempre le persone muoiono quando il loro corpo cede.
E' quello che è successo ad Alberto: il suo corpo ha ceduto.
 
Ma lui continua a vivere in mezzo a noi attraverso i suoi ideali, nelle cose che ha fatto, nei segni che ha lasciato nel nostro cuore.
 
Diventa parte della nostra memoria e non ci sentiremo mai soli.
E' stato al nostro fianco in questi anni: ha sofferto e gioito con noi, ha sognato e lottato alla ricerca di un ideale di città per tutti. 
 
Alberto lascia addosso ad ognuno di noi un po' di sé. Ci consegna un'eredità importante e un testamento spirituale forte.

 

Ci consegna una vita di coerenza nelle scelte e la ricerca continua di una strada, spesso difficile, lungo la quale  vivere valori alti.
 
Ci consegna gesti concreti, quotidiani, semplici, gesti di vicinanza, leali e puri. 
 
Ci consegna una passione così grande animata da un sentimento di giustizia sociale da non temere ostacoli, fatiche e solitudine.
 
Capace di arrabbiature e di grandi pianti di gioia .
Appassionato nelle discussioni, capace di mediare alla ricerca di soluzioni condivise. 

 

Capace di mettersi a lato, ha saputo con pazienza aspettare chi non era ancora pronto, non ricercando mai interessi e visibilità personale,
ha mostrato a noi il significato più alto dell'impegno politico e ha creduto fino in fondo nella bellezza d'animo e nella sincerità dei suoi compagni di viaggio.
 
Capace di sentimenti di tenerezza e di affetto. Ci ripeteva "Insieme ce la facciamo!"
In questo ultimo anno mi ripeteva sempre " Io ho fiducia di te"
Questa sua fiducia sarà il nostro andare avanti.

 

La sua passione politica, scopo di vita,
passione forte e partecipata,
muove qualcosa, coinvolge,
attraversa la gente, noi,
ci entra dentro e ci arricchisce.

 

Continueremo a parlare con te Alberto,
non avremo un'aria solenne o triste,
sarai sempre al nostro fianco, sarai nei nostri pensieri.
Non sei lontano, sei solo dall'altro lato del cammino.
Prendici per mano. Guidaci.
 

Grazie Alberto, per il dono di te.

 
 
Ultima Modifica: 26/01/2013