Diario in Comune

23 marzo 2013 

Pubblicazione dei redditi degli amministratori.

Una delle cose più difficili del ruolo di sindaco è l'esercizio della scelta.
Spesso mi trovo davanti a dover scegliere, dopo aver ascoltato, riflettuto, fatto sintesi.
La scelta è lì al capolinea, mi attende implacabile. Non posso girarmi indietro e fare finta che non ci sia. Spesso mi toglie il sonno, talvolta mi arriva all'improvviso, a volte mi porta in percorsi tortuosi, ma alla fine mi costringe. E mi ritrovo, io e lei, sole: la scelta!
Questa volta è stata una scelta che mi ha coinvolta molto, che ha investito la sfera personale, quella dei sentimenti e delle emozioni e quella più razionale, dei principi e delle idee.

Pubblicare i redditi degli amministratori e dei consiglieri comunali è un aspetto importante ed è oggetto anche di un impegno contratto con gli elettori che è stato inserito nel programma di coalizione ed è stato declinato nelle linee programmatiche.
E' stato anche frutto di discussione in Consiglio Comunale ed è sfociato in una revisione dello statuto del Consiglio Comunale.
E' un impegno contratto con gli elettori, importante come altri impegni sottoscritti.
Quindi va mantenuto.
Per me è importante il principio etico della trasparenza che si declina in obblighi di diligenza, lealtà, onestà, correttezza e imparzialità che qualificano l'esercizio della pubblica responsabilità da parte di amministratori, assessori e consiglieri. Trasparenza che si rende visibile in atti amministrativi.

C'è una legge del 7 dicembre 2012 che ha normato questo aspetto e alla quale noi abbiamo fatto seguire un regolamento al quale dovranno attenersi tutti amministratori, consiglieri e il presidente del Consiglio.

La presentazione dei redditi ricopre una rilevanza in quanto indice di non arricchimento del patrimonio personale derivante dall'attività politica e di distanza da meccanismi corruttivi.
Attività politica che non deve essere intesa come lavoro con tanto di "progressione di carriera", ma è a tempo, legata alla volontà degli elettori e sempre "al servizio".
Purtroppo tutti sappiamo benissimo e lo constatiamo ogni giorno leggendo i giornali, quanto sia possibile trovare ed intraprendere percorsi diversi ed espedienti di non visibilità e tracciabilità.

Un assessore da me scelto, non ha pubblicato i redditi.
Io comprendo le motivazioni personali, in quanto lui è legato da vincoli lavorativi con i propri familiari; ho lasciato però a lui la spiegazione del contenuto delle motivazioni.
Lui si è appellato ad un principio di privacy. Principio di tutto rilievo, ma che pone me in condizioni di non poterlo spiegare ai cittadini e di non rispettare una parte del principio di trasparenza per me importante.

Questo "obbligo morale" verso gli elettori era ben chiaro ancora prima del nostro insediamento, già dal percorso delle primarie e dalla campagna elettorale.
Noi abbiamo risposto, ognuno di noi ha mantenuto fede e ha risposto a livello personale.

Un assessore della mia giunta ha rassegnato le proprie dimissioni.

A me spiace perchè la città perde un valido assessore che ha svolto un lavoro importante con passione ed capacità.

E' stata un percorso sofferto perchè si tratta di una persona con la quale provo affinità di pensiero e per la quale molto mi sono spesa durante la campagna elettorale.
Ho pazientato a lungo, sperando che lui potesse trovare una soluzione diversa da quella alla quale è giunto.

Ma l'impegno preso con gli elettori è più importante.

E' normale che decisioni di questo tipo non sono facile da prendere, ci sono di mezzo persone e sensibilità da rispettare, e non possono essere prese nè a cuor leggero,nè velocemente. Come in tutte le cose importanti ci vuole tempo, confronto, e rispetto.

Il mio assessore ha saputo, con grande senso di responsabilità, agire per il bene di una giunta e di una maggioranza. E di questo gli sono grata.

Ora io mi sento un po' più debole perchè ho perso un assessore che avevo fortemente ricercato e voluto, ma mi sento un po' più forte perchè è stato rispettato un impegno che deriva da un principio importante.

 
Ultima Modifica: 21/09/2017