Comunicato Stampa

 

IL COMUNE DI LISSONE CONTRO GLI ABUSI EDILIZI

 

Sono in tutto 324 le pratiche edilizie di condono trattate in questi mesi dal personale tecnico e amministrativo dell'Unità Edilizia Privata del Comune di Lissone. Grazie a quest'operazione, che ha interessato condoni edilizi giacenti dal 2004, le casse dell'amministrazione comunale hanno già beneficiato di introiti per circa 200.000 euro.

Dall'estate scorsa infatti la nuova Giunta ha lanciato un'operazione di recupero dei contributi di costruzione ancora non riscossi, in alcuni casi da ben 9 anni, affidando la ricerca e l'istruttoria al personale comunale. Un apposito gruppo di lavoro ha svolto dunque gli accertamenti, individuando  ben 324 condoni edilizi presentati nel 2004 e non ancora esaminati; per 279 di essi ha emesso permesso di costruire in sanatoria e relativo avviso di pagamento, mentre per altri 53 ha richiesto un'integrazione documentale. L'occasione è servita anche a verificare la situazione delle dichiarazioni tributarie ai fini Ici e Tarsu, con eventuali integrazioni dovute, e al controllo delle schede catastali.

In totale alla data del 28 marzo 2013 erano già stati recuperati 191.884,98 euro, di cui 4.554,84 derivanti da sanzioni od oblazioni, 146.058,49 come oneri del 2013 e 41.271,65 per oneri del 2012. Nei prossimi mesi sarà incassata la parte rimanente, relativa agli avvisi non ancora pagati e a quelli con pagamento rateale, per un importo stimato in altri 200.000 euro. Pertanto, grazie all'attività dell'Ufficio Edilizia, saranno recuperati in totale circa 400.000 euro per gli oneri di opere realizzate abusivamente, somma che, decorsi 10 anni (2014), se non richiesta, sarebbe andata perduta. Sono state inoltre regolarizzate molte situazioni relative alle dichiarazioni Ici e Tarsu.

Un ulteriore passo verso l'equità fiscale di tutti i cittadini e la legalità, oltre al recupero di risorse fondamentali per i molti servizi erogati dal Comune.

 Lissone, giovedì 9 maggio 2013

 

 
Ultima Modifica: 09/05/2013