Comunicato Stampa

 

SUL SITO COMUNALE I MARTIRI DELLA LIBERTA' LISSONESE

In attesa delle celebrazioni ufficiali per il 70° della Liberazione, che il prossimo 25 aprile vedranno nella nostra cittą l'intitolazione del Parco della Resistenza, il sito web comunale pubblica «a puntate» la mostra documentaria realizzata dalla sezione lissonese «Emilio Diligenti» dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (Anpi) in memoria dei nostri martiri
della libertą e della democrazia.

I pannelli della rassegna saranno messi on line uno al giorno per introdurre e seguire l'importante anniversario, per ricordare il quale anche il Sindaco di Lissone parteciperą alla grande manifestazione nazionale a Milano con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In particolare la mostra si concentra su 15 figure: gli 8 giovani concittadini (avevano dai 18 ai 36 anni) fucilati in varie circostanze dai nazifascisti e i 7 lissonesi deceduti nei campi di internamento tedeschi.

La rassegna peraltro non dimentica i circa 250 giovani morti o dispersi in guerra, di cui 54 periti nella terribile ritirata di Russia, e nemmeno i 670 concittadini che furono per qualche tempo prigionieri dall'uno o dall'altro fronte. Uno spazio particolare viene riservato alle vittime delle leggi razziali (un'ebrea sfollata a Lissone che venne deportata e uccisa ad Auschwitz e una famiglia ebrea cui furono confiscati tutti i beni).

Per completezza storica e nel ricordo dell'umana pietą si riportano gli eventi accaduti a seguito della liberazione e i nomi dei 7 fascisti uccisi sommariamente.




Lissone, 9 aprile 2015

 

 
 
Ultima Modifica: 24/04/2015