Comunicato stampa

 

Presidio del territorio: pattuglie fisse in piazze e giardini per essere ancora più vicini ai quartieri e ai lissonesi

 

Maggior presidio del territorio e ancora più vicinanza ai cittadini. A partire da questa settimana, il Comando di Polizia locale intensificherà ulteriormente la propria presenza in città, in modo particolare nei luoghi di maggior criticità e affluenza o laddove si siano riscontrati in passato fenomeni di piccola delinquenza.

La novità riguarda un presidio fisso dei giardinetti e delle Piazze di Lissone per garantire maggior sicurezza a tutti i fruitori e per diventare un utile punto di riferimento a disposizione di chiunque voglia effettuare segnalazioni.

Inizierà proprio in questi giorni il nuovo servizio del Comando di Polizia locale, fortemente voluto dall'Amministrazione comunale per contrastare fenomeni di micro-criminalità purtroppo presenti sul territorio.

Macchinina della polizia in un parco

Gli agenti monitoreranno al mattino e al pomeriggio alcune delle aree di ritrovo di Lissone, al fine di debellare fenomeni di vandalismi e di mancanza di rispetto delle regole nella fruizione delle aree, oggetto di numerose segnalazioni pervenute nel corso dei mesi all'Amministrazione comunale. In questo modo, si provvederà ad accertare la violazione in loco in presenza del mancato rispetto delle normative che impongono i comportamenti da tenere sugli spazi pubblici.

 

La pattuglia effettuerà un servizio di stazionamento della durata di circa due ore, al mattino dalle 10 a mezzogiorno e nel pomeriggio dalle 16 alle 18; il servizio sarà quello di presidio con Unità Mobile, con l'intento di essere punto d'ascolto e per recepire segnalazioni da parte del cittadino.

Nel dettaglio, i presidi si alterneranno fra Piazza Libertà, Piazza Zaccaria (frazione Bareggia) e in prossimità dei giardini pubblici di via Tarra/Pestalozzi, via Cazzaniga, Piazza Caduti di Via Fani, via Sala Birel, via don Minzoni e via Archimede.

La pianificazione dei presidi varierà in base alle esigenze riscontrate e potrà protrarsi in situazioni particolari che richiedano un ulteriore monitoraggio dell'area.

«La volontà dell'Amministrazione comunale è quella di rispondere all'esigenza di sicurezza percepita e di maggior controllo emersa anche durante il tour che stiamo effettuando nei quartieri - sottolinea il sindaco Concettina Monguzzi -. Sono certa che la presenza di agenti sarà un utile deterrente e consentirà di lavorare in termini di prevenzione e non di repressione».

«La nuova iniziativa vuole però essere interattiva - precisa Roberto Beretta, assessore con delega alla Sicurezza -: infatti gli uomini in divisa saranno anche un utile punto di riferimento per chiunque voglia evidenziare problematiche del territorio o sottoporre segnalazioni particolari. Si tratta di uno sforzo notevole verso un maggior rispetto delle regole del vivere civile e comune, ma al tempo stesso un segnale di vicinanza delle forze dell'ordine alla popolazione e di un passo avanti verso il "vigile di quartiere". Al Comandante e a tutti gli agenti va il mio ringraziamento per essere riusciti a centrare questo obiettivo, senza diminuire l'impegno quotidianamente posto in essere in tutti i loro altri numerosi servizi».

«Uno degli obiettivi del Comando per questo 2016 era proprio l'istituzione di presidi fissi della Polizia locale nei quartieri - conclude il comandante della Polizia locale, Ferdinando Longobardo -. A partire da questa settimana diamo attuazione anche a questo punto, nella certezza di rispondere ad un'esigenza della cittadinanza».

Lissone, 20 luglio 2016

 

 
 
Ultima Modifica: 20/07/2016