Comunicato stampa

 

Anno scolastico 2020/2021: rientro in classe per 4.500 alunni

Ultimazione dei lavori ancora in corso nei plessi scolastici del territorio, protocolli precauzionali pronti per essere attuati. Sarà un rientro in classe in totale sicurezza per gli oltre 4.500 bambini e bambine che si preparano ad affrontare il nuovo anno scolastico frequentando le Scuole dell'infanzia, Primarie e Secondarie di Primo grado del territorio.

Il numero degli iscritti per l'annualità scolastica 2020/2021 - sulla base del quale verrà poi redatto il nuovo Piano di diritto allo studio con stanziamento di fondi per un'istruzione moderna e di qualità - è di fatto in linea con quello degli anni precedenti.

Nel dettaglio, saranno 1.949 gli alunni che frequenteranno le Scuole Primarie (erano 1960 nel 2019/2020), suddivisi in 90 classi. Sul totale della popolazione scolastica, il 17,3% è di origine straniera. Entrando nello specifico, la scuola Dante accoglierà 373 alunni, la Tasso 302, la Moro 377, la San Mauro 359, la De Amicis 277 e la Buonarroti 261. 

Leggero incremento nel numero di alunni iscritti alle Scuole Secondarie di primo grado: sono 1265 gli studenti che attendono il suono della prima campanella, 30 in più del 2019/2020; le classi saranno complessivamente 60, la popolazione scolastica straniera sarà di poco inferiore al 14%. I plessi più numerosi si confermano la Farè (439 iscritti) e la Croce (431), cui fanno seguito i plessi di Santa Margherita (225) e della Bareggia (170).

Tutti i plessi sono stati soggetti a interventi, anche nell'ottica di rendere più sicuri gli spazi comuni e ottemperare alle certificazioni anti-incendio; un ampio lavoro di programmazione, frutto anche degli interventi svolti negli anni passati.

Invariato anche il numero dei piccoli utenti della Scuola dell'infanzia statale che passa dai 681 del 2019/2020 ai 678 dell'attuale annualità; 29 le classi che verranno complessivamente avviate, suddivise fra scuola Cagnola (204 alunni), Penati (159), Volturno (121), Piermarini (103) e Tiglio (91). 

A questi bambini si aggiungeranno i 626 che frequenteranno le 4 Scuole dell'infanzia paritarie del territorio: Maria Bambina (302), Maria Immacolata (85), Cuore Immacolato di Maria (111) e Mater Divinae Providentiae (128).

"Grande è stato l'impegno dell'Amministrazione Comunale perché le nostre scuole aprano nei tempi previsti per accogliere in sicurezza e con conforto gli studenti delle scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado - affermano il sindaco Concettina Monguzzi e l'assessore all'Istruzione Renzo Perego - Numerosi sono stati gli incontri con i dirigenti scolastici ed i responsabili delle scuole dell'infanzia paritarie per decidere assieme e coordinare gli interventi necessari. I settori comunali, dall'istruzione ai lavori pubblici, all'economato, hanno lavorato e continuano a lavorare per rispondere appieno alle esigenze espresse: contiamo di essere pronti per l'inizio dell'anno scolastico. Non ci resta che augurare di cuore buon anno scolastico a tutti: dagli studenti agli insegnanti, al personale non docente, ai dirigenti scolastici, ai responsabili delle scuole paritarie, alle famiglie".

 

Lissone, 2 settembre 2020

 

 
Ultima Modifica: 02/09/2020