Comunicato stampa

 

Cosap e ICP, prorogati i termini di pagamento

Proroga dei termini per il versamento dell'Imposta comunale sulla pubblicità e per il pagamento del canone COSAP. Sono queste le prime due misure straordinarie adottate dalla Giunta Comunale per far fronte all'emergenza Coronavirus e per porre in essere misure di sostegno alle attività economiche del territorio non escludendo riduzioni d'imposta per particolari categorie merceologiche.

Qualora la situazione di emergenza lo dovesse richiedere, la Giunta Comunale ha già ipotizzato di disporre un'ulteriore proroga dei termini di versamento non escludendo riduzione d'imposta in occasione dell'ultima rata annuale una volta verificati i tempi effettivi dell'emergenza, oltre ad adottare ulteriori misure di sostegno alle attività economiche del territorio.

"Prorogare di tre mesi i pagamenti di COSAP e ICP è un primo modo concreto per mostrare vicinanza ai cittadini tutti, alle famiglie e alle imprese - sottolineano il sindaco Concettina Monguzzi e l'assessore alle Risorse Finanziarie, Domenico Colnaghi - L'obiettivo, condiviso da tutta la giunta, è semplice: attuare ogni azione possibile per far fronte ad un momento difficile per il nostro Comune e per l'intero Paese".

In accordo con il Concessionario della Riscossione (San Marco SpA), sindaco e assessori hanno stabilito di spostare il termine ordinario di scadenza per il versamento dell'Imposta comunale sulla pubblicità, originariamente in data 30 aprile, al 31 luglio 2020.

Qualora l'importo annuale sia superiore a euro 1.549,37, il pagamento potrà essere effettuato in 4 rate, con scadenza rispettivamente il 31 luglio 2020, il 30 settembre 2020, il 30 novembre 2020 ed il 30 dicembre 2020.

L'Amministrazione Comunale ha anche stabilito di prorogare i termini di pagamento della COSAP (Canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche). In particolare, con riferimento a quanto dovuto per l'anno, i versamenti della rata unica o delle quattro rate sono differiti sulla base del seguente calendario:

  •  rata annuale -> termine di versamento prorogato al 30 giugno 2020;
  •  prima rata -> termine di versamento prorogato al 1° giugno 2020;
  •  seconda rata -> termine di versamento prorogato al 15 luglio 2020;
  •  terza rata -> termine di versamento prorogato al 15 settembre 2020;
  •  quarta rata -> termine di versamento prorogato al 15 novembre 2020.

Entrambi i provvedimenti sono più che coerenti con il Decreto governativo che prevede la proroga della maggior parte delle scadenze al 31maggio.

Nessuna urgenza, invece, per quanto riguarda la TARI: la prima rata non sarà sicuramente prima della seconda metà del mese di giugno. Il Comune rimane in stretto contatto con Gelsia ambiente in attesa di ricevere il Piano finanziario da cui formulare la miglior tariffazione possibile per i contribuenti lissonesi. I dati definitivi si conosceranno soltanto a fine aprile, dopo l'approvazione del Rendiconto del Bilancio 2019.

La Giunta Comunale ha anche deliberato un'ulteriore misura straordinaria: un prelievo dal fondo di riserva di 10.000 euro per supportare l'attività delle associazioni che in questo periodo di emergenza collaborano con il Comune nell'erogazione di servizi sociali e per persone in situazioni di fragilità.

Fino al 31 maggio, infine, non verrà svolta l'attività di accertamento tributario su tutte le imposte relative agli anni precedenti al 2019, compresa quella relativa all'Imposta Comunale sulla Pubblicità.

L'attività del Settore Bilancio e Tributi non si ferma attraverso la redazione del Rendiconto 2019, approvato il quale si potranno approvare ulteriori risorse ancor più incisive per venire incontro alle situazioni emergenziali.

 

Lissone, 23 Marzo 2020


 
Ultima Modifica: 25/03/2020