Comunicato stampa

 

Contributi alle parrocchie, nella somma totale utilizzati anche 215mila euro di fondi di avanzo vincolato antecedenti al 2012 come già prenotato nel bilancio nel 2019

In merito ai Contributi alle parrocchie erogati dalla Giunta Comunale con delibera di Giunta n. 58 del 2020 ed allo scopo di smentire alcune false informazioni veicolate tramite social network si precisa che

  1. . L'atto amministrativo è stato deliberato in questo periodo dell'anno stante la conclusione dei calcoli sugli oneri di urbanizzazione secondaria relativi al 2019, erogati nella misura dell'8% e pari ad euro 70mila.
  2. . La somma sopra citata è vincolata per legge sia nazionale sia regionale - Legge regionale n. 12/2005  - nella quale si consente di finanziare il restauro e la manutenzione degli immobili a uso religioso - e non può in alcun modo essere utilizzata per spese differenti o scelte autonome.
  3. . Nella delibera di Giunta si è colta altresì l'occasione per erogare 210mila euro quale somma di avanzo vincolato relativo al periodo antecedente il 2012, contributi risalenti a circa dieci anni fa che non erano stati erogati in quanto non ne era stata regolarmente perfezionata alcuna richiesta. Tale somma giaceva nelle casse comunali da circa 10 anni (anni in cui gli introiti da oneri da urbanizzazione erano il triplo rispetto agli attuali) e, attraverso gli idonei atti deliberativi, è stata allocata nella spesa dell'esercizio finanziario 2019 finanziata con avanzo di amministrazione al fine di poterla erogare proprio nel corso del 2020 assieme alla quota "ordinaria" maturata nel 2019.
  4. . L'erogazione dei 210mila euro, con procedura trasparente e tramite assegnazione alle parrocchie sulla base delle differenti progettualità presentate, va solo parzialmente a soddisfare le richieste economiche pervenute.
  5. . Questa delibera di Giunta è uno, fra i diversi atti, attraverso i quali il Comune intende procedere allo sblocco dell'avanzo vincolato giacente, al quale l'Amministrazione può accedere soprattutto per quelle opere di investimento.
  6. . Attraverso atti analoghi di sblocco dell'avanzo di bilancio, è stato possibile finanziare il progetto di riqualificazione di Piazza Libertà e del Centro storico, oggetto di Delibera di Giunta della medesima seduta per un importo complessivo di 1,1 milioni di euro.
  7. . Lo sblocco dell'avanzo di bilancio vincolato non incide più sul Patto di Stabilità e pertanto non va a limitare la potenzialità di spesa del Comune. Questo cambiamento, avvenuto recentemente (dalla fine del 2018 per effetto di sentenza della Corte Costituzionale), giustifica la ragione per cui solo ora si è potuto erogare il contributo di 210mila euro alle parrocchie, così da non incappare nelle sanzioni del mancato rispetto del patto di stabilità, preferendo utilizzare le scarse potenzialità di spesa (nel periodo 2012 - 2018) per opere direttamente gestite dal Comune.
 

Lissone, 16 Marzo 2020


 
Ultima Modifica: 16/03/2020