MENU

Diario in Comune

 

30 gennaio 2018

 

La differenziata fa la differenza

 

La sfida non è ancora vinta. Si può sempre fare meglio. Ma Lissone sulle novità inerenti la raccolta differenziata ha risposto come meglio non poteva.

 

In un solo anno, siamo cresciuti dell'8%. Un segno "più" che rincuora. Al 65% di raccolta differenziata del 2016, ora siamo già al 73%. Sono cifre importanti, sintomatiche del rispetto verso l'ambiente e il territorio.

 

Sono consapevole che all'inizio non sia stato facile. Come tutte le novità, al momento di "prenderci la mano" non mancano diffidenze, pregiudizi, lati negativi, impegni maggiori. Poi, però, i lissonesi hanno dimostrato di tenere alla loro città.

 

Oggi, i trequarti della nostra raccolta rifiuti, fanno parte della differenziata. Traguardi più che soddisfacenti. Proprio un anno fa, abbiamo girato tutti i quartieri per illustrarvi le novità del sacco "blu", del microchip, del sacco giallo, della raccolta separata della carta e del cartone.

 

Abbiamo suddiviso la città in zone, messo in atto un'imponente campagna comunicativa. Oggi, dati alla mano, possiamo dire di aver raggiunto il primo step.

 

La raccolta differenziata aumenta mese dopo mese e già nell'ultimo quadrimestre del 2017 sfiora in media il 75%. È grazie a voi che tutto questo è possibile.

 

Certo, non mancano situazioni più difficili, punti della città in cui occorre intervenire. Se serve, anche con molta fermezza. Recentemente, ho scritto personalmente a cittadini ed amministratori di condominio dove si verificano errori nel conferimento dei rifiuti.

 

La nostra città è un patrimonio collettivo, tutti hanno il dovere di occuparsene.

 

A tutti i lissonesi, rinnovo quindi il mio personale grazie. Il "73" è un punto di partenza, non di arrivo. Ma è già uno splendido traguardo, che in appena dieci mesi ci ha permesso di azzerare il gap con le altre realtà limitrofe.

 

 
Ultima Modifica: 30/01/2018