MENU

Comunicato stampa

 

Entro l'estate 5 nuovi treni sulla tratta Milano-Chiasso

Sindaci di Desio, Lissone e Seregno incontrano in Prefettura Trenord, RFI e Regione: "Saremo vigili ma chiediamo si risolvano problemi strutturali che stanno rovinando la vita di migliaia di pendolari".

 

I Sindaci di Desio, Seregno e Lissone hanno incontrato martedì Trenord, RFI e Regione Lombardia presso la sede della Prefettura di Monza e Brianza, in una riunione convocata dal Prefetto Patrizia Palmisani. La convocazione era successiva ad una espressa richiesta avanzata dai Sindaci, la cui attenzione è quotidianamente sollecitata dai cittadini che usufruiscono del servizio ferroviario e che lamentano gravi e ricorrenti disagi.

 

Rispetto ai guasti e ai ritardi che troppo frequentemente coinvolgono le tratte "S11 - Milano Como Chiasso" e "S9 - Saronno Albairate", i responsabili di Trenord, RFI e di Regione hanno motivato come essi siano dovuti alla vetustà di alcuni convogli e ai lavori che sono in corso per l'ammodernamento della rete.

 

Ai Sindaci è stato assicurato che entro l'estate 2020 sulla linea S11 entreranno in servizio 5 nuovi convogli ad alta capacità.

 

I lavori programmati permetteranno di migliorare l'infrastruttura dal punto di vista tecnologico e di conseguenza del governo della mobilità ferroviaria, contenendo l'impatto degli eventuali guasti sulla circolazione complessiva.

 

Sui tempi di conclusione dei lavori in corso, RFI si è riservata di dare più completa motivazione in un successivo momento.

 

I Sindaci Roberto Corti di Desio, Concettina Monguzzi di Lissone, Alberto Rossi di Seregno hanno preso atto delle risposte date, chiedendo di velocizzare tutti gli interventi programmati affinché i treni siano puntuali, efficienti e confortevoli, a beneficio delle decine di migliaia di pendolari che ogni giorno li utilizzano e che non ne possono più dei continui e quotidiani disagi.

 

I Sindaci hanno insistito anche sulla necessità di fornire ai pendolari una comunicazione puntuale rispetto ai ritardi e alle soppressioni, per permettere la scelta di eventuali alternative per giungere al posto di lavoro. Spesso i pendolari sono in balia di un vuoto di comunicazione che è sicuramente nocivo nella pianificazione della giornata.

 

In particolare i Sindaci di Desio e di Lissone hanno ribadito la necessità di introdurre la fermata nei rispettivi comuni dei treni regionali e del Tilo in caso di soppressioni di corse e di grandi ritardi.

 

Per parte sua, il Sindaco di Seregno ha chiesto che si tenga conto della scelta delle Ferrovie Federali Svizzere di modificare in maniera importante gli orari dei treni diretti che fermano alla stazione di Seregno e che costituiscono un'alternativa importante rispetto alle linee S9 e S11. Su questo punto, è emersa una positiva disponibilità da parte di Trenord. Il Sindaco di Seregno ha altresì rilanciato la questione del ripristino della linea ferroviaria Seregno - Carnate.

 

Il Prefetto Palmisani, al quale va il ringraziamento dei Sindaci per l'interessamento sui problemi evidenziati, che possono avere anche ricadute sulla sicurezza pubblica, ha già anticipato una prossima convocazione in Prefettura dopo Pasqua per verificare, congiuntamente con i sindaci, se effettivamente gli impegni assunti si stiano concretizzando.

 
Stemmi dei Comuni di Desio, Lissone e Seregno
 
 

Lissone, 28 novembre 2019


 
Ultima Modifica: 29/11/2019