Comunicato stampa

 

Presentato l'Annuario Statistico dei Servizi demografici:

nel 2017 incremento contenuto della popolazione e calo del tasso di mortalità

 

Incremento contenuto della popolazione residente, crescita rallentata della componente straniera e calo del tasso di mortalità.

 

Sono questi alcuni degli elementi tratti dall'Annuario Statistico dei Servizi Demografici, redatto come ogni anno dall'Amministrazione Comunale e realizzato nel 2018 dal personale dell'Ufficio Anagrafe-Statistiche.

 

In data 31 dicembre 2017, la popolazione residente a Lissone risulta composta da 45.535 persone, di cui 22.253 maschi e 23.382 femmine; l'8,61% - pari a 3.886 persone - è straniera.

 

L'incremento della popolazione si conferma contenuto (302 residenti in più rispetto al 31.12.2017) e si registra un lieve arresto nella crescita della componente straniera. La percentuale è oggi pari al 8,61%, cresciuta rispetto al 2016 (8,54%) ma inferiore rispetto al 2012 (8,84%) e al 2014 (8,77%).

 

Il tasso di mortalità continua la tendenza al basso registrando il 7,2%; per ritrovare lo stesso valore occorre ritornare all'anno 2000 con l'unica eccezione del 2008 in cui si è registrato un tasso del 7,1%.

 

Il saldo migratorio è positivo ma più basso rispetto a quello registrato negli ultimi anni (159 contro una media di 567,6 degli ultimi 10 anni, escludendo il 2015 in cui il saldo migratorio è stato negativo).

 

Confermato anche nel 2017 il progressivo aumento dell'età media della popolazione, più alta per le donne sia per la componente italiana (donne 45,54 e uomini 43,06) che per quella straniera (donne 32,86 e uomini 29,75);

 

L'invecchiamento della popolazione è confermato dalla piramide d'età che mostra il fenomeno del progressivo andamento della popolazione secondo il grafico della "rettangolarizzazione": restringimento della base per la diminuzione delle nascite e allargamento della punta per l'allungamento delle aspettative di vita.

 

Costante la distribuzione regionale di provenienze e nascite dei cittadini lissonesi: il 70,62% dei lissonesi è nato in Lombardia, mentre il 9,54% all'estero, seguito da un 4,72% nato in Sicilia;

 

La porzione dei cittadini non residenti a Lissone dalla nascita rappresenta quasi due terzi della popolazione (62,37%): il 76,83% dei lissonesi proviene dalla Lombardia, mentre il 6,82% circa giunge dall'estero, seguito da un 3,85% proveniente dalla Sicilia .

 

I "single" si confermano ricorrenti e prevalenti nella tipologia familiare: la quota di nuclei familiari composti da un solo componente aumenta negli anni fino a toccare nel 2017 la cifra record del 33,2%.

 

I nuclei familiari sono in 5.652 casi composti da due componenti, 3.949 da tre componenti e 2.932 da quattro componenti, tutti trend in crescendo. Il numero medio per famiglia è di 2.28, dato in calo e "lontano" dal 2,58 registrato nel 1997.

 

Tra i nuclei monofamiliari nel 2017 si registra una maggioranza di soggetti non sposati (più del 44%) e una quota rilevante di vedovi (27,2%), soprattutto tra le donne (tra i vedovi l'84,1% è donna) .

 

In diminuzione i matrimoni celebrati con rito religioso che nel 2017 sono stati 110 (3 unioni civili sono comprese nel dato statistico) in linea col numero medio registrato negli ultimi anni. Nel 30,88% dei casi delle coppie sposate con rito religioso nel 2017, almeno uno dei due partner è straniero.

 

I matrimoni celebrati con rito civile sono passati dal 2,7% del 1971 al 61,8% del 2017 (35,5% rito religioso e 3,6% unioni civili). Più del 70% delle unioni celebrate civilmente riguarda coppie italiane .

 

Il focus sulla popolazione straniera conferma i trend registrati negli anni passati. Dall'entrata nell'UE della Romania e della Bulgaria avvenuta nel 2007, la quota di stranieri provenienti dall'UE è aumentata, e contemporaneamente è diminuita la porzione di stranieri provenienti dai paesi Extra UE. Si conferma invece in calo il trend altalenante in termini numerici di cittadini asiatici, africani e americani residenti a Lissone, in calo rispetto al dato rilevato nel 2012. In controtendenza e in continua crescita la popolazione proveniente dagli altri Paesi dell'Unione Europea.

 

La percentuale di nati stranieri è quindi andata aumentando negli anni: si è passati dal 2,5% del 2002 a circa il 15% negli ultimi anni (anche se nel 2016 si registra una quota più bassa: 12,8%);

 

Costante anche la distribuzione geografica degli italiani residenti all'Estero: nel 2017 la maggioranza dei lissonesi emigrati all'estero (42,12%) è residente in Francia, Germania, Regno Unito e Svizzera. Non trascurabile la quota di lissonesi in America (24%), con maggioranza in Argentina e Stati Uniti. Si nota una certa presenza anche nella lontana Australia.

 
Renzo Perego - assessore ai Servizi Demografici, Comune di Lissone

"La fotografia che l'Annuario statistico dei Servizi demografici 2017 scatta sulla popolazione lissonese è come sempre permeata non solo di dati, ma anche di riflessioni sociologiche che possono contribuire alla corretta programmazione delle azioni amministrative da compiere - commenta Renzo Perego, assessore ai Servizi Demografici - Il mutare dei tempi sta nei numerosi dati che spiccano dalla ricerca, rivolgo il mio ringraziamento a tutte le persone che hanno lavorato per la redazione dell'Annuario per la dedizione con cui hanno saputo far "parlare" questi numeri, togliendoli dall'anonimato e immergendoli nel contesto lissonese".

 
 

Lissone, 13 giugno 2018

 

 
 
Ultima Modifica: 16/06/2018