Comunicato stampa

 

Attività didattica museale, coinvolti 750 alunni. Nel weekend mostra all'Ex Osservatorio Colore

 

Sono stati quasi 750 gli alunni - suddivisi fra 17 classi delle classi IV delle Scuole Primarie e 19 classi III delle Scuole Secondarie di primo grado - coinvolti nell'attività didattica museale nel 2017/2018, una partecipazione che si concluderà in questi giorni con una mostra ospitata negli spazi dell'ex Osservatorio Colore.

 

Il progetto di Educazione al patrimonio museale, quest'anno dal titolo "Alla scoperta del MAC: una "incredibile avventura" oltre i confini dell'arte",è promosso dall'Amministrazione Comunale di Lissone e dal Museo d'Arte Contemporanea e realizzato in collaborazione con EOS Cooperativa sociale ONLUS.

 

Il progetto si rivolge agli istituti scolastici lissonesi per rafforzare la simbiosi con uno dei principali poli culturali presenti sul territorio della Provincia di Monza e Brianza.

 

La rassegna espositiva è assimilabile a un viaggio ideale rappresentato da un unico filo diramante in più direzioni a formare una ragnatela, trama da cui dipartono composizioni sia di carattere figurativo, sia astratto/informale frutto di personali indagini dell'anima da parte degli alunni, fino ad autentici "scrigni" della fantasia e delle emozioni, contenenti pensieri sotto forma di collage multi-materico e attraverso la manipolazione di materiali inusuali.

 

Il percorso mira a valorizzare l'internazionalità culturale della Collezione storica "Premio Lissone 1946-1967". Il risultato è un universo emotivo fatto di colori e materiali innovativi che concludono idealmente il virtuoso circuito formativo riservato a ogni classe e articolato in due incontri: una visita guidata al MAC e un laboratorio artistico-creativo.

 

In particolare, le classi IV delle Scuole Primarie dopo la consegna di un "Diario di viaggio" - piccolo supporto tascabile da personalizzare con appunti e disegni - hanno effettuato laboratori sulle tecniche diffuse negli anni '50 ( collage, assemblage, polimaterismo), mentre le classi III delle Scuole Secondarie di primo grado si sono concentrate sull'espressività e sull'emotività, intesa come autentica scoperta della propria identità. A queste ultime è stato riservato al termine della visita guidata anche un workshop collettivo, utilmente alla composizione di un biglietto d'invito per promuovere la sede museale.

 

La mostra sarà inaugurata sabato 9 giugno alle ore 16 presso gli spazi dell'Osservatorio Colore e resterà aperta fino a domenica 10 giugno in concomitanza con gli orari di apertura del Museo.

 

Nei giorni seguenti la mostra i manufatti saranno restituiti a tutti gli alunni che hanno partecipato ai laboratori.

 

Nell'ambito di questo progetto, saranno destinate speciali attenzioni mediante l'effettuazione di visite guidate anche alle associazioni del territorio che svolgono un ruolo importante in campo sia culturale, sia assistenziale quali Associazione Amici Musei Monza e Brianza, Associazione Stefania di Lissone, Cooperativa sociale l'Iride delle sedi di Besana e di Monza; infine, si svolgeranno presso la casa circondariale di Monza incontri divulgativi sull'Arte Contemporanea finalizzati a portare virtualmente le opere del MAC oltre le barriere tangibili imposte dalle mura del carcere.

 

"La didattica museale organizzata dall'Amministrazione si conferma uno dei fiori all'occhiello delle attività culturali lissonesi rivolte ai ragazzi - sottolinea Alessia Tremolada, assessore alla Cultura - nonché un appuntamento di richiamo al MAC per favorire, sin dalla più giovane età, la conoscenza dell'arte contemporanea e di questo importante e significativo luogo di memoria della storia artistica lissonese".

 

Lissone, 6 giugno 2018

 

 
 
Ultima Modifica: 07/06/2018