Comunicato stampa

 

Biblioteca civica, prestiti e restituzioni «fai da te».

Installate 2 postazioni self-check per gli utenti

 
Immagine postazione self-check all'interno della biblioteca

Prestiti e restituzioni «fai da te». Novità in arrivo per gli utenti della Biblioteca Civica di Piazza IV Novembre: da poche ore, sono ufficialmente entrate in funzione le postazioni self-check che consentiranno di effettuare le principali operazioni senza l'ausilio del personale.

 

Dislocate nell'atrio al piano terra e al primo piano della biblioteca, accanto al catalogo, attraverso le postazioni automatizzate si potranno prendere in prestito e restituire libri in completa autonomia.

 
 

Tramite una procedura intuitiva e guidata, oltre al prestito e alla restituzione si potranno anche verificare i libri prestati sulla propria tessera, ricevendo una stampa con l'elenco di ciò che si ha in carico.

 

Al momento è possibile effettuare l'operazione self-check solo con i libri di proprietà della Biblioteca Civica di Lissone.

 

Per usufruire dei servizi ed effettuare le operazioni alla postazione «fai da te» è indispensabile avere con sé la tessera della Biblioteca, che nella maggior parte dei casi coincide con la Carta Regionale dei Servizi, ed essere in regola con la restituzione dei documenti.

 

L'autoprestito è opzionale (resta infatti sempre l'opzione classica del front office) ma ha lo scopo di permettere agli utenti, nei momenti di massimo afflusso, di non attendere in fila al bancone la registrazione dei prestiti, ma di potere gestire autonomamente l'operazione. Inoltre agevola il lavoro dei bibliotecari, consentendo loro di dedicarsi maggiormente alle attività più specialistiche.

 

"Prosegue l'innovazione della nostra biblioteca civica, fiore all'occhiello dell'offerta culturale della nostra città - afferma Alessia Tremolada, assessore con delega alla Cultura - da oggi, entrando in biblioteca, gli utenti avranno la possibilità di svolgere in autonomia operazioni che solitamente richiederebbero la presenza di un addetto dedicato. Questo comporterà una riduzione delle code e una maggior efficienza all'interno della struttura".

 
 
 
 

Lissone, 21 settembre 2019

 

 
 
Ultima Modifica: 21/09/2019