Comunicato stampa

 

«VeloOK» a Lissone: nuove postazioni in Via Como, Verdi, Toti e Lombardia

 
Immagine «VeloOK»

Nuove postazioni per i «VeloOK» sulle strade di Lissone: in questi giorni le colonnine arancioni per il controllo elettronico della velocità sono state collocate nelle vie Como, Toti e Lombardia, intervenendo su entrambi i sensi di marcia, e in via Verdi sul senso di marcia in direzione Centro città.

 

L'Amministrazione comunale prosegue così il proprio programma di prevenzione ed educazione stradale promosso nell'ambito della campagna "Attenta-Mente!" a cui il Comune di Lissone ha aderito nel dicembre 2017, intervenendo nelle zone più critiche della città in termini di mobilità.

 

Per questo motivo, dopo esser state "accese" per più di un anno nelle vie Monza, Cattaneo e Lecco, le colonnine sono state riposizionate in altri spazi dove i cittadini hanno segnalato situazioni di potenziale pericolo legate alla forte velocità di transito e al mancato rispetto del Codice delle Strada.

 

"Nelle strade in cui sono state collocate, la presenza delle colonnine per il controllo della velocità ha fatto sì che si sia registrato un sensibile calo dei transiti di auto e moto con velocità superiori al limite consentito - afferma il sindaco di Lissone Concettina Monguzzi - vogliamo raggiungere gli stessi risultati in queste nuove zone, utilizzando questi strumenti non solo come deterrente sulla velocità ma anche per diffondere la cultura della sicurezza stradale".

 

"Le vie Como, Verdi, Toti e Lombardia rappresentano per Lissone punti su cui intervenire per assicurare la sicurezza stradale - commenta Ferdinando Longobardo, comandante della Polizia locale di Lissone - Numerose sono state le segnalazioni da parte della cittadinanza: con questo strumento di dissuasione, vogliamo intervenire in maniera puntuale".

 

I "nuovi" VeloOK, dal caratteristico colore arancione, avranno quindi l'obiettivo di incentivare il rispetto delle velocità massime in prossimità dei centri abitati, incrementando la percezione del controllo della velocità e dissuadendo gli automobilisti dal "premere" sull'acceleratore, con lo scopo di ridurre il numero degli incidenti e della conseguente mortalità sulle strade urbane.

 

Non trattandosi di dispositivi automatici, le colonnine dei VeloOK funzionano in modalità sanzionatoria "a turno", col presidio della Polizia Locale cui compete la contestazione immediata dell'infrazione in caso di superamento della velocità consentita.

 
 

Lissone, 6 agosto 2019

 

 
 
Ultima Modifica: 08/08/2019