Comunicato stampa

 

Sperimentazione «VeloOK», adesso in via Mascagni si "corre" meno.

Il 99,8% dei veicoli rispetta il limite dei 50 km/h

 

Si "corre" sensibilmente meno in via Mascagni, dove la stramaggioranza dei conducenti rispetta il limite dei 50 km/h. Dal 22 marzo, giorno in cui sono stati posizionati i dispositivi utili al controllo elettronico della velocità in via Mascagni, il 99,8% dei veicoli transitati ha rispettato il Codice della strada. Una percentuale pressoché invariata nelle ore notturne (99,4%) che registra un notevole incremento nel rispetto del limite dei 50 km/h da parte di automobilisti, camionisti e persone alla guida di ciclomotori.

 

Sono questi alcuni dei dati estratti da un primo monitoraggio compiuto su via Mascagni dopo che, dalla terza decade di marzo, sono stati posizionati tre «VeloOK» al fine di regolamentare la velocità dei veicoli in transito.

Da un monitoraggio preventivo, effettuato prima che i dispositivi fossero installati, si è confermato che la via Mascagni fosse un punto critico della viabilità urbana; in assenza dei "VeloOK", su 77.634 passaggi totali avvenuti fra il 18 marzo e il 22 marzo sono state registrate 5.728 infrazioni totali, pari al 7.2%. Dal 22 al 26 marzo, ovvero nel periodo già caratterizzato dai caratteristici box arancioni, su 69.379 passaggi le possibili infrazioni sono state 106, pari allo 0.2%.

 
 

Scenario migliorativo anche nelle ore notturne, durante le quali gli automobilisti paiono più inclini a "schiacciare" sull'acceleratore. Nel periodo senza dispositivo di controllo (18-22 marzo), le infrazioni registrate erano state poco meno di 1.500 su un totale di 4.811 passaggi, pari al 30%. Il posizionamento dei box mobili e l'avviso dell'accertamento della velocità ha permesso nei 5 giorni successivi di rilevare un calo delle infrazioni potenziali giunto prossimo alla zero. Su 5.888 transiti, oltre il limite dei 50 km/sono stati solo 38.

 

"I dati completi relativi allo studio delle velocità prima e dopo l'adozione del sistema VeloOK dimostrano l'efficienza del sistema di dissuasione messo in atto - commenta Ferdinando Longobardo, comandante della Polizia locale di Lissone - uno strumento che consente di avere auto in transito entro i limiti del Codice della strada per tutta la giornata. Il notevole miglioramento nei transiti notturni, con le infrazioni prossime allo zero, permette di prevenire situazioni di potenziale pericolo, contribuendo ad avere strade più sicure per tutti".

 
 

Lissone, 1 aprile  2019

 

 
Ultima Modifica: 01/04/2019