MENU

ALESSANDRO SAVELLI. OPERE SCELTE 1999/2009 "Le pulsazioni della pittura e la musicalità dei colori"

Particolare della locandina della mostra personale di ALESSANDRO SAVELLI

Dall'11 FEBBRAIO al 10 APRILE 2011

Museum im Schafstall
Cleversulzbacher Straße 10
74196 Neuenstadt am Kocher
Germania
 
Orari:Domenica dalle 14.00 alle 17.00
         Visite per gruppi su appuntamento
 

Vernissage:      venerdì 11 febbraio ore 19.00
Serata italiana: sabato 12 febbraio ore 19.00

 

"E' un grande onore - afferma Daniela Ronchi, Assessore alla Cultura, Identità e Tradizioni locali del Comune di Lissone - patrocinare un'iniziativa di respiro internazionale che vede protagonista una personalità artistica contemporanea del nostro territorio, ben nota al Museo della nostra Città.
L'interessante progetto di mostra dedicato ad Alessandro Savelli che si terrà presso la sede museale tedesca, si pone in linea con l'obiettivo dell'Assessorato di dare vita, grazie anche al supporto di un finanziamento ottenuto da Regione Lombardia, all'Archivio Artisti di Brianza.
Il Museo  di Lissone ha infatti avviato da un anno la raccolta di materiali informativi e documentazioni varie sugli artisti operanti e attivi nel territorio della provincia MB, con l'intento di costituire un "archivio del contemporaneo", consultabile presso la realtà museale lissonese dagli studiosi e dal pubblico interessato. Archivio che grazie ad adeguati supporti tecnologici andrà finalmente a costituire in un prossimo futuro la prevista area multimediale".

 

 Novanta opere, cinquantaquattro tele e trentasei carte, che ripercorrono gli ultimi dieci anni della trentennale carriera del pittore Alessandro Savelli, dal 1999 al 2009. Una mostra personale di vasto respiro quella che lo Schafstall Museum di Neuenstadt am Kocher ospiterà dall'11 febbraio al 10 aprile 2011.

 

Il progetto, nato dalla collaborazione con Roland Götzinger, preside dell'Eduard Mörike Gymnasium di Neuenstadt am Kocher, cittadina della regione di Baden-Württemberg, a poca distanza da Stuttgart (Germania), consiste in un'ampia retrospettiva del lavoro dell'artista in grado di offrire una ricca e completa panoramica della sua recente produzione artistica, "... delle tematiche che da sempre ama affrontare, con dedizione, spirito di ricerca, volontà di approfondimento, capacità di elaborazione. Lontanissimo per pensiero e ricerca dalla tentazione della "trovata" accattivante, della boutade che fa parlare, Savelli è un artista che crede ancora nella tela e nel colore, nel mestiere della pittura: quel mestiere che chiede concentrazione e contemplazione, che affida le proprie emozioni e il proprio sentire al gesto, al segno, alla pennellata, allo studio di un accostamento cromatico, alla forza di una linea. Forte di una tecnica pittorica consumata, che non concede nulla all'improvvisazione, nel momento della creazione, Savelli può permettersi di lasciare libero sfogo all'emozione, di procedere senza precludersi nessuna possibilità, pronto a stupirsi del proprio sentire e di osservare con sorpresa cosa il proprio istinto ha trasmesso sulla tela. Ed è esattamente questo che offrono le sue opere: emozioni. Esse parlano allo spettatore rivolgendosi a lui con garbata decisione, catturano il suo sguardo e lo trasportano in mondi lontani, sospesi, incantevoli. Mai brutale, mai violenta, l'opera di Savelli parla con fermezza senza aggredire, regalandoci sensazioni avvolgenti, risvegliando ricordi, stimolando l'immaginazione" (Simona Bartolena, 2010).

 

Lo Schafstall Museum, nato nel 1991 e diventato in breve tempo un vivace e dinamico centro culturale della regione, vanta un ricco programma di iniziative che comprende mostre di importanti artisti nazionali e internazionali. 
La mostra di Alessandro Savelli si propone quindi come un'occasione di incontro, dialogo, e scambio tra culture, e prevede un appuntamento di notevole spessore artistico-culturale, programmato sabato 12 febbraio 2011, alle ore 19.00, una serata interamente dedicata alla cultura italiana con concerto pianistico e contributi letterari.

 

 Venerdì 11 febbraio 2011, alle ore 19.00 in occasione del vernissage, saranno presenti Norbert Heuser, sindaco di Neuenstadt am Kocher, Hubert Sawatzki, direttore del museo, Roland Götzinger, preside del Gymnasium locale, Simona Bartolena, storica e critica d'arte italiana curatrice del catalogo trilingue (italiano/tedesco/inglese) della mostra edito da Silvia Editrice (Cologno Monzese, Milano), e Alessandro Savelli, che guiderà il pubblico dell'esposizione in una visita d'eccezione. 

 

Biografia

Alessandro Savelli è nato a Milano nel 1955 e vive e lavora a Desio. Diplomatosi al Liceo Artistico di Brera nel 1973, esordisce l'anno successivo con una mostra personale alla Galleria San Rocco di Seregno e da allora ha allestito oltre quaranta mostre personali in Italia, Svizzera e Giappone. Laureatosi in Architettura al Politecnico di Milano nel 1979, si è dedicato dal 1983 all'insegnamento dell'arte, prima come docente, poi, dal 1990, come preside del Liceo artistico Papa Ratti di Desio e dal 1993 al 2001 come insegnante di pittura all'Accademia Aldo Galli di Como. Attualmente è Preside del Collegio Pio XI di Desio e direttore della Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani di Nova Milanese.
Nel corso della sua trentennale carriera Savelli si è dedicato professionalmente alla scenografia teatrale, al restauro conservativo di beni culturali, all'allestimento museale, alla realizzazione di dipinti, incisioni e ceramiche conservate in collezioni pubbliche e private in Italia, Spagna, Svizzera, Germania, Belgio, Giappone, Argentina.

Ha partecipato a numerosi premi nazionali e concorsi ottenendo riconoscimenti a partire dal 1990, quando vince il primo Premio Pittura alla Rassegna Internazionale Alessandro Durini a Nova Milanese, cui fanno seguito nel 1991 il Premio Bice Bugatti, nel 1994 Arte Oggi in Europa Miart, nel 1995 nuovamente il Premio Bice Bugatti per la pittura e il Durini per l'acquerello, nel 1996 il Premio per l'incisione Nova Milanese, nel 1998 il II Premio al X Concorso Nazionale di Pittura Palazzo Terragni di Lissone.
Ha preso parte a esposizioni collettive e tematiche in sedi pubbliche e istituzionali quali: Museo della Permanente Milano; Pinacoteca Civica di Gorizia; Galleria d'Arte Contemporanea di Lissone; Palazzo Ducale di Revere: Museo V. Colonna di Pescara, Museo d'Arte Moderna di Gazoldo degli Ippoliti; Castell de Benedormiens, Castell D'Aro, Santa Pau, Sala Civica Santa Susanna, Can Rate's (Catalunya); Civico Museo Parisi Valle di Maccagno; Palazzo Ex-Borsa di Ferrara; Chiostro di Voltorre Gavirate (VA); Istituto Italiano di cultura Bruxelles; Hangaram Art Museum Seul (Sud-Corea); Università Cattolica Milano; Palazzo Ducale Sabbioneta (MN); Archivio Centrale dello Stato Roma EUR; Omaggio a Morlotti, varie sedi in Brianza.
Savelli ha realizzato oltre cinquanta mostre personali. Tra le più recenti ricordiamo: 2006 Seregno, Galleria Civica Ezio Mariani e Milano, Spazio Guicciardini; 2007 Milano; 2008 Barlassina, Palazzo Rezzonico; 2009 Milano, Spazio Tadini e Chie Art Gallery.

 
 
 
  1. Con il patrocinio di:
  2. Regione di Baden-Württemberg;
  3. Comune di Neuenstadt am Kocher;
  4. Eduard Mörike Gymnasium;
  5. Regione Lombardia - Assessorato alla Cultura;
  6. Provincia Monza Brianza;
  7. Città di Desio;
  8. Città di Lissone - Assessorato alla Cultura Identità e Tradizioni locali;
  9. Città di Nova Milanese;
  10. Collegio Arcivescovile Pio XI,
  11. LAP.
  1. Con il contributo di:
  2. Bernex AG (Olten-Zurigo);
  3. Bice Bugatti Club;
  4. OMG Spa,
  5. URBAM Spa,
  6. MADER Spa. 
 
 

 
Ultima Modifica: 24/01/2011