Diario in Comune

 

23 aprile 2013

Special Olympics

Ho risposto all'invito della Cooperativa Sole al 2° Memorial Alessandra di ginnastica artistica e ritmica e mi ritrovo nella palestra della Forti e Liberi di Monza con tante società di Special Olympics.

Organizzazione perfetta delle gare: istruttori, giuria e molti ragazzi che si destreggiano in parallele, cavallo, corpo libero e trave.
Tensione, paura nell'attesa, impegno durante l'esercizio e splendido sorriso al termine. Respiro di sollievo.
Grande perseveranza e impegno degli istruttori: semplici gesti ripetuti all'infinito per costruire un esercizio che ha il sapore della conquista in un percorso di superamento e di misurazione dei limiti personali, limiti psichici.

Saluto le atlete della Polisportiva Sole di Lissone, mi accolgono e mi abbracciano, mi invitano a sedermi sul tappetino con loro, nel campo. Indossano un bellissimo costume azzurro con il simbolo del sole, E' palese la loro gioia. Mi parlano di amicizia e di amore: una di loro mi racconta del suo fidanzato, "un bellissimo ragazzo dai capelli e occhi neri: mi ha dato un bacio e io so che mi vuole bene". Semplicità disarmante e gioia grande. Gli applausi scrosciano alla fine di ogni esercizio e ogni atleta si rifugia tra le braccia dell'istruttrice che è àncora e approdo.
Tutto è organizzato alla perfezione : molte energie e tempo dedicato. I genitori sono lì, orgogliosi dei propri ragazzi e la soddisfazione stampata sul loro volto cancella le fatiche quotidiane dello stare a fianco ad un figlio che fatica a staccarsi.
Non mi trovo davanti ad una competizione sportiva come tante: sono capitata in un campo di energia positiva e dove l'attenzione verso ogni atleta è alta e prioritaria. Ogni persona è importante e ciò che va bene per uno non necessariamente va bene per un altro.
E' la qualità e la profondità di ogni rapporto che rende possibile ogni esercizio, è un equilibrio difficile da raggiungere come quello che si deve mantenere per percorrere la trave fino in fondo.
La gioia collettiva ci fa stare meglio soprattutto se basata su valori importanti. Dà un senso alla vita della nostra comunità.

 
Ultima Modifica: 21/09/2017