MENU

Diario in Comune

 

22 giugno 2014

I primi vent'anni di AVO Lissone

Celebrare un compleanno importante, come è questo dell'AVO, è un'occasione unica e ricca per una città: ci si ferma a riflettere, si guarda il cammino svolto, si fanno nuovi progetti.

Questi vent'anni hanno un valore immenso: vuol dire che per vent'anni, in modo costante e continuativo tante persone si sono messe a disposizione con gratuità, impegno e attenzione. Discretamente si sono avvicinate ad una realtà spesso difficile e lontana, ad una dimensione fragile della vita.

Credo sia difficile per un volontario percepire la volontà di cominciare, non è sicuramente facile maturare la tenacia di seguire il corso di formazione e di incominciare un'esperienza di relazione che non potrà essere relegata nel tempo del servizio e che interpellerà con forza la vita di ognuno.

I volontari AVO stanno accanto. Pongono al centro la persona con il suo desiderio di vita, danno senso ad ogni esistenza. Con umiltà e riservatezza condividono la lotta contro l'isolamento, la solitudine, la sofferenza; raccolgono pensieri personali, nostalgie, pillole di saggezza, lunghi silenzi; sanno che l'incontro tra persone non ha bisogno di linguaggi complicati, ma della semplicità dello sguardo, del sorriso, del tocco leggero della mano.

Io sono riconoscente all'AVO e ai suoi volontari e credo di interpretare il desiderio di tutti i cittadini di Lissone nell'esprimere un augurio intenso di prosecuzione dell'attività e della presenza presso l'RSA Agostoni, sicura che la professionalità da loro espressa li accompagnerà nella ricerca di nuove modalità, affinché la dimensione relazionale non sia mai superficiale. GRAZIE, con un grande abbraccio!

 

 
Ultima Modifica: 09/01/2015