Comunicato stampa

 

Lavori sulla tratta ferroviaria Seregno-Monza, il Sindaco chiede maggiori tutele per i pendolari

 

"Esprimo la mia più viva preoccupazione per come Trenord sta gestendo la riprogrammazione dell'offerta ferroviaria a seguito dei lavori di ristrutturazione del tratto Desio-Monza sulle linee S9 e S11. Chiedo che i pendolari siano tutelati e che le informazioni fornite ai viaggiatori siano quanto più possibile corrette e tempestive".

È questo il pensiero del Sindaco Concettina Monguzzi dopo aver ricevuto, in questi primi giorni di lavori, numerose rimostranze da parte di pendolari in merito alle condizioni di viaggio verso Milano. "L'adeguamento della tratta e della messa in sicurezza è senza dubbio un passo importante che RFI sta svolgendo e per il quale occorre la collaborazione di tutti - aggiunge il sindaco Monguzzi - in quest'ottica, è auspicabile che vengano fornite agli utenti le corrette informazioni in modo tale da permettere loro di collaborare al lavoro che RFI sta compiendo e di mantenere gli impegni personali di viaggio legati al lavoro e allo studio".

foto stazione Lissone-Muggiò

La circolazione sulla tratta Seregno-Monza fino al 28 Agosto sarà gestita a binario unico, alcuni degli interventi strutturali eseguiti da RFI Reti ferroviarie italiane interesseranno in modo particolare il territorio di Lissone. Per questo motivo, venerdì scorso il Sindaco Monguzzi ha provveduto a firmare l'autorizzazione in deroga relativa a rumori per la messa in sicurezza della tratta ferroviaria Monza-Seregno. I lavori si svolgeranno nel periodo compreso fra l'1 Agosto e il 10 Settembre, in orario notturno fra le 22 e le 6, articolati su alcuni giorni della settimana sulla base delle necessità della cantierizzazione.

 

Come specificato nell'autorizzazione, si tratta di lavori urgenti "di messa in sicurezza e ammodernamento della linea ferroviaria internazionale che riguardano in particolare la sostituzione dell'armamento ferroviario", da realizzarsi mediante cantiere mobile.

"La decisione di Trenord è stata quella di ridurre l'offerta, ma le rimostranze che io stessa ha raccolto in questi giorni dai pendolari sono numerose e fonte di preoccupazione - aggiunge il Sindaco Monguzzi - si parla di ritardi dei treni negli orari di punta, della mancanza di navette sostitutive, di treni che arrivano a Lissone già pieni e di altri che non fermano per evidente sovraffollamento".

L'Amministrazione comunale chiederà, nei prossimi giorni, di istituire insieme a RFI e agli altri Comuni della tratta Monza-Seregno una tavola rotonda in cui si parli in modo approfondito della situazione ferroviaria che interesserà anche Lissone non appena il nuovo tunnel del Gottardo entrerà in funzione a pieno regime.

"I numeri indicano in circa 250 il passaggio giornaliero di treni merci, di cui quasi la metà in orario notturno - prosegue il Sindaco - RFI deve assicurare anche al territorio di Lissone, interessato dal passaggio ferroviario per quasi 2 chilometri, interventi migliorativi che consentano di rispettare il diritto alla quiete di ogni singolo cittadino. Chiediamo che RFI presenti un progetto che preveda barriere di insonorizzazione per preservare la tranquilla esistenza di chi abita in prossimità della tratta viaria".

Lissone, 20 luglio 2016

 

 
 
Ultima Modifica: 20/07/2016