IMPOSTA DI SOGGIORNO

Informazioni Generali

Nell'ambito delle disposizioni in materia di federalismo municipale (D.Lgs. 23 del 14/03/2011) il Comune di Lissone ha introdotto a decorrere dal 01 aprile 2015 l'Imposta di Soggiorno e approvato il relativo Regolamento Comunale

►Normativa di riferimento.
-  D.Lgs. 14/03/2011 n. 23, articolo 4
-  Regolamento approvato con deliberazione di consiglio Comunale n. 11 del 27/02/2015
-  Tariffe vigenti per il 2019 approvate con deliberazione di Giunta Comunale n. 8 del 11/01/2019

LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DELL'IMPOSTA DI SOGGIORNO

Presupposto impositivo

Il pernottamento in qualsiasi tipo di struttura ricettiva ubicata nel territorio del comune di Lissone, come definite dalla legge regionale in materia di turismo nonché in strutture operanti mediante circuiti di prenotazione internet.

Tariffe

Si  applicano per persona e per pernottamento, sono state approvate con deliberazione di Giunta comunale n. 8/2019, vanno da un massimo di € 2,00 fino ad un minimo di € 0,50.
L'imposta si applica fino ad un massimo di 20 (venti) pernottamenti consecutivi.

Soggetti passivi

L'Imposta di soggiorno è dovuta dai soggetti, non residenti nel Comune di Lissone, che pernottano nelle strutture ricettive come definite dalla normativa regionale

Esenzioni

  1.  i residenti nel Comune di Lissone
  2.  i minori fino al compimento del diciottesimo anno di età
  3.  i malati che devono effettuare terapie presso strutture sanitarie della Provincia di Monza e coloro che assistono degenti ricoverati presso le strutture stesse, limitatamente ad un accompagnatore per paziente o due accompagnatori in caso di paziente minore
  4.  gli appartenenti alle Forze dell'ordine e al Corpo nazionale dei vigili del fuoco che pernottano per esigenze di servizio
  5.  le guide turistiche professionali legalmente riconosciute il cui pernottamento è legato allo svolgimento della professione
  6.  gli accompagnatori di gruppi organizzati nella misura di uno ogni venticinque soggetti paganti l'imposta di soggiorno
  7.  i volontari della Protezione Civile provinciale, regionale e nazionale e gli  appartenenti alle associazioni di volontariato, in caso di calamità e grandi eventi individuati dall'Amministrazione o dichiarati tali con provvedimento  delle autorità statali
  8.  il gestore della struttura ricettiva, i dipendenti ed altri collaboratori che alloggiano nella struttura ricettiva, seppure non residenti nel Comune di Lissone;
  9.  coloro che soggiornano presso lo stabile di Via Botticelli n. 14;
  10.  persone con disabilità riconosciuta da apposita certificazione ex legge 104/1992 e   relativo accompagnatore.
 

Versamento

I soggetti passivi versano l'Imposta ai gestori delle strutture ricettive al  termine del soggiorno

per ottenere le esenzioni in alcuni casi occorre presentare un apposito modulo di autocertificazione

Modello IdS 02/15 "Autocertificazione ai fini dell'esenzione dell'Imposta di soggiorno" nei seguenti casi
  •  i minori fino al compimento del diciottesimo anno di età (da compilare a cura di un genitore o da chi ne fa le veci)
  •  gli appartenenti alle Forze dell'ordine e al Corpo nazionale dei vigili del fuoco che pernottano per esigenze di servizio
  •  le guide turistiche professionali legalmente riconosciute il cui pernottamento è legato allo svolgimento della professione
  •  gli accompagnatori di gruppi organizzati nella misura di uno ogni venticinque soggetti paganti l'imposta di soggiorno
  •  i volontari della Protezione Civile provinciale, regionale e nazionale e gli appartenenti alle associazioni di volontariato, in caso di calamità e grandi eventi individuati
  • dall'Amministrazione o dichiarati tali con provvedimento delle autorità statali
  •  il gestore della struttura ricettiva, i dipendenti ed altri collaboratori che alloggiano nella struttura ricettiva, seppure non residenti nel Comune di Lissone
  •  persone con disabilità riconosciuta da apposita certificazione ex legge 104/1992 e relativo accompagnatore
 
Modello IdS 03/15 "Persone soggette a terapie - Coloro che assistono degenti ricoverati" nei seguenti casi
  •  I malati che devono effettuare terapie presso strutture sanitarie della Provincia di Monza e coloro che assistono degenti ricoverati presso le strutture stesse, limitatamente ad un accompagnatore per paziente o due accompagnatori in caso di paziente minore.
 

Ultimo aggiornamento 28/01/2019   

Attenzione!

Attenzione:

le informazioni contenute nel presente paragrafo sono di carattere generale e sintetico, non rappresentano una fonte ufficiale, non sono esaustive di tutta la normativa e prassi e non rappresentano una fonte ufficiale, per la quale bisogna far riferimento ai testi di legge pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale italiana e vigenti per tempo ed alle deliberazioni come adottate dal Comune di Lissone

 
 

 
Ultima Modifica: 11/02/2022